Sostenibilità, gusto e qualità. Sono i cardini di Gruppo Nueva Pescanova che porta sulle tavole italiane il meglio del pescato. E lo fa nel rispetto della natura. Lo fa proponendo prodotti come i ’Cuori di filetto di nasello’ e i ’Fiori di filetto di merluzzo’ Pescanova che, oltre a essere entrambi buonissimi, sono privi di ogni tipo di conservante o additivo e ottenuti da pesce che vive nelle profondità dell’oceano Atlantico. Sia i Cuori sia i Fiori sono parti pregiate ed estremamente tenere: da questo deriva il loro gusto prelibato. Per le stesse ragioni hanno bisogno di essere trattati con cura, in tutte le fasi della loro produzione, dalla pesca al confezionamento.

Nel 1990 il fondatore di Pescanova, José Fernández Lòpez, per i motivi sopra citati, decise di fondare due filiali di Pescanova in Namibia (Novanam e Lalandii) che tuttora danno lavoro a circa 2000 persone che vivono per la maggior parte a Lüderitz, facendola così diventare uno dei più importanti centri per la lavorazione del merluzzo del continente africano. "Il nostro merluzzo – afferma Silvia Bergamini, responsabile marketing e Gdo – viene pescato dalla flotta Pescanova e surgelato entro poche ore per mantenere intatte tutte le proprietà nutritive e organolettiche del pesce fresco. Appartiene alla specie Merluccius capensisparadoxus, chiamata anche merluzzo sudafricano. Si tratta di un pesce particolarmente pregiato ed è un’ottima fonte di Omega3: bastano 100 grammi di merluzzo sudafricano per raggiungere e superare la dose giornaliera consigliata".

Il Gruppo è molto attento ai temi della sostenibilità e all’innovazione tecnologica che permette ad esempio all’azienda di utilizzare confezioni che richiedono un uso molto inferiore di plastica (circa il 90% in meno), pur preservando benissimo il prodotto. I Cuori e i Fiori sono confezionati infatti in una scatola di cartone che è rivestita con un sottile strato di plastica solo all’interno, a contatto con il pesce. In questo modo riusciamo a preservare la qualità delle porzioni, riducendo moltissimo l’impronta ambientale. Decisioni prese dal Gruppo in coerenza con il programma ’Pescanova Blue’, in cui l’azienda si impegna per tutelare gli ambienti marini e le creature che vi vivono. La plastica è una delle principali minacce per questi ecosistemi e l’obiettivo è dunque quello di ridurne l’uso al minimo indispensabile.

Il programma Pescanova Blue è una risposta operativa del Gruppo Nueva Pescanova ai suoi principi guida sull’Ambiente e sul prodotto. In linea con questo approccio anche gli investimenti di Pescanova in Africa. "Il Gruppo Nueva Pescanova – illustra l’ad Francesco Cadura – ha anche intrapreso progetti per il fotovoltaico in Namibia, con più di 13mila metri quadrati di pannelli solari. A Lüderitz, dove è presente il più grande impianto di lavorazione del merluzzo in Africa, l’impianto fotovoltaico è entrato in funzione nel 2019 ed è già stato ampliato dato il suo alto rendimento. Nel 2020 è stato messo in funzione un parco nell’impianto di Walvis Bay, che è già in fase di espansione e sarà pienamente operativo entro la fine del 2021. La percentuale di autoconsumo con energia pulita che sarà raggiunta in queste due fabbriche sarà rispettivamente di circa il 31,27% e 41,55%".