L'Intelligenza Artificiale al servizio della musica
L'Intelligenza Artificiale al servizio della musica

La sindrome da pagina bianca negli autori è cosa nota, che si occupino di letteratura, cinema o musica. Ora, per chi scrive canzoni e non trova l’ispirazione giusta, viene in soccorso una nuova tecnologia messa a punto da un team della University of Waterloo (Canada): si chiama LyricJam ed è un sistema che utilizza l'intelligenza artificiale (AI) per generare in tempo reale testi che accompagnino la musica strumentale dal vivo. Uno strumento che sembra funzionare e aiuta i compositori a stendere testi perfettamente coerenti con lo stile e il ritmo della musica che suonano.

 

LyricJam, la tecnologia che ti aiuta a scrivere canzoni
 

Il sistema di generazione di testi in accordo con la musica è stato creato dai membri del Natural Language Processing Lab dell'università canadese. Il software, addestrato nel tempo, è in grado di apprendere le espressioni musicali degli artisti e di generare testi tenendo conto del loro stile.
Nell’elaborazione vengono considerati vari aspetti della musica come progressioni di accordi, tempo e strumentazione: lo scopo è sintetizzare testi che riflettano le emozioni espresse dalla musica dal vivo.
Come funziona? Mentre un musicista o una band suonano musica strumentale, il sistema registra continuamente file audio grezzi, che la rete neurale elabora per generare linee di testo. La produzione testuale avviene dopo avere appreso quali temi lirici, parole e stili sono associati ai diversi aspetti della musica contenuta nei file.
Ad esempio, i testi generati per la musica metal sono molto diversi da quelli per la musica ambient.
Poi gli artisti possono utilizzare queste linee per comporre testi più personali.

 





Un aiuto per i musicisti
 

È tempo di mandare in pensione autori e parolieri? No, spiega Olga Vechtomova, autrice principale della ricerca: "Lo scopo del sistema non è scrivere una canzone per l'artista. Vogliamo aiutare gli artisti a esprimere la loro creatività. Il sistema genera linee poetiche con metafore ed espressioni, guidando potenzialmente gli artisti in direzioni creative che non hanno mai esplorato prima".
Sembra che funzioni: il team di ricerca ha invitato dei musicisti a suonare strumenti dal vivo utilizzando del sistema e "Una scoperta inaspettata è stata che i partecipanti si sono sentiti incoraggiati a improvvisare dalle linee generate da LyricJam. Alcuni musicisti hanno anche utilizzato le linee per verificare se la loro improvvisazione avesse avuto l'effetto emotivo desiderato".