Venerdì 21 Giugno 2024
RITA BARTOLOMEI
Magazine

Lupi che sbranano cani. Lo zoologo: abbattimento selettivo possibile per casi particolari

Boitani: devono essere ben motivati, è un animale protetto. Ispra calcola i danni alle aziende agricole: 2 milioni di euro all'anno e quasi 9mila capi uccisi, pecore e capre soprattutto

Roma, 14 novembre 2022 - Lupi che sbranano cani - da caccia e domestici, non solo vaganti - ma anche lupi che uccidono pecore e capre, soprattutto. L’Ispra ha appena pubblicato l’ultimo rapporto sui danni alle aziende agricole in Italia. Mentre si comincia a ragionare su una parola finora tabù, nel nostro Paese: abbattimenti selettivi.

Approfondisci:

Andrea Papi ucciso da un orso in Trentino, Pratesi (WWF): “Per quell’animale meglio una pallottola che una vita da prigioniero”

Andrea Papi ucciso da un orso in Trentino, Pratesi (WWF): “Per quell’animale meglio una pallottola che una vita da prigioniero”
1261492336
1261492336

Chiarisce Luigi Boitani, massimo esperto europeo di lupi: "Il lupo è un animale protetto ma le deroghe sono possibili, in caso di situazioni particolari. Se si abbatte qualche animale nessuno protesta. Ma se diventa qualcosa di più, l'Italia finisce immediatamente sotto infrazione comunitaria". 

Approfondisci:

Lupi e orsi: da oggi in Tirolo via libera all'abbattimento degli esemplari problematici

Lupi e orsi: da oggi in Tirolo via libera all'abbattimento degli esemplari problematici

Lupi, ecco il parassita che ne cambia il comportamento. Che cosa sappiamo

Lupi e ibridi: cosa sta succedendo e cosa c'entra 'il Biondo'

Due elefantini gemelli nati negli Usa. "Evento rarissimo, un miracolo"

Ecco cosa sapere su un fenomeno che agita moltissimo gli animi e di solito vede due posizioni contrapposte, quelle di cacciatori e animalisti.

I danni dei lupi: 3.600 episodi accertati all'anno

L’indagine Ispra - che riguarda il periodo tra il 2015 e il 2019 - ha coinvolto 17 Regioni, le province autonome di Trento e Bolzano e decine di parchi. La conclusione: sono 3.597 gli episodi di predazione che si verificano ogni anno nelle aziende agricole. Chiarisce Piero Genovesi, zoologo e responsabile del coordinamento fauna dell'istituto: "Lo studio è riferito solo ai casi di uccisione, non sono stati considerati altri danni. I numeri sicuramente sono sottostimati. Perché ci sono Regioni che non rimborsano i danni e quindi gli agricoltori non sono spinti a presentare denuncia".

"Due milioni di euro all'anno"

Per ogni anno considerato, lo studio quantifica in 2 milioni i danni provocati dal lupo e in poco meno di 9mila i capi uccisi, per la precisione 8.742, pecore e capre soprattutto, il conto finale sfiora le 44mila vittime.

Ma possono essere finiti nel conto anche i danni provocati da cani vaganti? "Può essere capitato ma è più probabile che manchino all'appello episodi firmati dai lupi - risponde Genovesi -. Anche i danni sono sottostimati, e negli ultimi anni sicuramente sono in aumento". Quindi lo zoologo osserva: "L'indagine Ispra dimostra che la maggior parte degli episodi si verifica in alcune aziende e in alcune aree. Per cui sarebbe importante concentrare gli sforzi in quelle zone" per garantirsi un risultato. Anche perché, annota l'esperto, "sicuramente gli ungulati fanno più danni ma ce ne accorgiamo meno".

Cani sbranati dai lupi e allarme sociale

Ecco la parola chiave: allarme sociale. Il ragionamento vale sicuramente per gli ultimi episodi di cani sbranati dai lupi, le segnalazioni arrivano da ogni parte d'Italia. Boitani aggiunge nel ragionamento anche i cani vaganti, "in Italia sono almeno 800mila, forse un milione. E non stiamo parlando solo di randagi, spesso hanno un padrone ma sono lo stesso liberi. Questi diventano una preda facile del lupo, normale sia così". Cosa molto diversa, invece, è la predazione - sempre più frequente - di cani da caccia e da 'cortile'. "Non è un problema solo italiano - fa sapere lo zoologo -. Ad esempio in Svezia è il motivo principale di opposizione al lupo. Perché attacca cani costosissimi, quelli allevati per la caccia all'orso e all'alce".

Un setter sbranato da due lupi
Un setter sbranato da due lupi

Si potrà arrivare all’abbattimento selettivo?

"Certo - spiega Boitani -. Il lupo è un animale protetto ma c’è la possibilità di deroga per situazioni particolari, quando non esiste una soluzione alternativa. L'abbattimento selettivo dev'essere davvero selettivo. Possiamo parlare di 1, 3 o 10 lupi. In questo caso, nessuno protesta. Ma se diventa qualcosa in più, l’Italia va sotto infrazione comunitaria".

 A questo link i dati dell'Ispra sui danni da lupo 

Un setter sbranato da due lupi
Un setter sbranato da due lupi