Una preziosa tela del ‘700 appartenuta a Maria Callas è stata esposta ieri all’Arena di Verona, in occasione della recita di Turandot. Si tratta di una raffigurazione della Sacra Famiglia, dipinta dall’artista veronese Giambettino Cignaroli, che l’imprenditore Giambattista Meneghini, marito della celebre cantante, regalò a Maria Callas il primo agosto 1947, alla vigilia del debutto in Arena del soprano greco, il 2 agosto di quell’anno, con La Gioconda di Ponchielli. A distanza di 74 anni, grazie alla Fondazione Paolo e Carolina Zani, l’opera è stata restituita per una sera al luogo originario, tanto caro alla Diva. "La Callas non ha mai dimenticato l’Arena e Verona, teatro dove è tornata anche da stella affermata e città dove ha vissuto e lasciato il segno, ma soprattutto l’Arena di Verona non ha mai dimenticato la Callas" ha detto Cecilia Gasdia, Sovrintendente della Fondazione Arena: "Quella piccola tela - ha aggiunto - è sempre stata una sorta di talismano di Maria: non se ne separò mai".