4 apr 2022

La casa dei balocchi del rock

ll flipper Gottlieb del 1969 che Elton John ha tenuto in casa per anni, uno degli anelli di Jimi Hendrix messi in vendita dodici anni fa dalla figlia del suo manager, il basso di Sting, l’amplificatore di Jimmy Page o l’armonica suonata da Roger Daltrey in Quadrophenia. C’è l’ imbarazzo della scelta nel campionario di rarità della musica tra gli oltre 45 mila pezzi raccolti in quaranta anni di ricerche da un cacciatore di cimeli, Mariano Freschi. La casa dei balocchi del rock è alle porte di Piacenza e il suo artefice ora la vuole aprire al pubblico.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?