Venerdì 19 Luglio 2024

Instafest, cos'è e cosa fa l’app del momento

Un algoritmo crea la line-up ideale del festival personale di ogni utente Spotify o Apple Music seguendo i suoi ascolti sulla piattaforma: è Instafest

L'immagine demo dal sito di Instafest

L'immagine demo dal sito di Instafest

Si chiama Instafest ed è un’app attualmente di tendenza, che ha catturato l’attenzione di tutti gli appassionati di musica e non solo. Si tratta di una nuova funzione collegata al profilo Spotify o Apple Music di ogni utente registrato: l’algoritmo interno è capace di creare la line-up ideale di un festival immaginario personalizzato per ogni profilo. Ecco come funziona.

Instafest e l’elenco degli artisti

Ogni utente che è regolarmente registrato su Spotify o Apple Music può utilizzare questa nuova funzione che permette, in maniera simpatica, di scoprire quali sono gli artisti più ascoltati da ciascuno. Occorre unicamente inserire nell’app il proprio nickname e la password utilizzati sulla piattaforma per la riproduzione musicale. Si sceglie poi il periodo che l’algoritmo deve prendere in analisi: le ultime quattro settimane, gli ultimi sei mesi o tutto il tempo di utilizzo dal momento dell’iscrizione alla piattaforma. Una volta inseriti tutti i dati il gioco è fatto. L’app scansiona gli ascolti nel lasso temporale prescelto e crea la line-up fittizia di un festival musicale ideale per ogni utente. La funzione permette inoltre di scaricare il manifesto-fake della finta kermesse musicale, della durata di tre giorni. Il cartellone è realizzato seguendo lo schema grafico di quelli utilizzati nei festival reali come il Coachella o il Primavera Sound.

Il festival musicale personale

Gli artisti selezionati per il finto evento sono in tutto 36, 12 per data. I tre nomi di punta di ogni singola data sono scritti con caratteri molto grandi e sono gli artisti che l’utente riproduce di più online. Seguono poi con caratteri sempre più piccoli gli altri interpreti e cantautori che raccolgono un buon numero di ascolti sul profilo preso in analisi.

L’ideatore della funzione

Instafest è stato creato da Anshay Saboo, uno studente ventenne di informatica alla University of Southern California. Il giovanissimo informatico ha dichiarato nel corso di un’intervista di aver avuto questa idea scorrendo i post di alcuni eventi musicali su TikTok. Ha immaginato quali artisti avrebbe voluto nel suo festival personale e ha lavorato per un giorno intero a un progetto che creasse la kermesse dei suoi sogni almeno virtualmente. Allo scadere delle 24 ore Instafest era online.

Il successo di Instafest in rete

In poco più di una settimana la funzione ideata da Saboo è diventata virale. L’hashtag #Instafest conta oltre 60.000 menzioni su Instagram. Inoltre il design dei cartelloni fittizi è talmente realistico da aver tratto in inganno alcuni utenti sul web, che hanno immaginato di trovarsi di fronte a un moltiplicarsi di festival musicali.