Dettaglio del poster di 'Nomadland' - Foto: Focus Features/Plan B/Cor Cordium Productions
Dettaglio del poster di 'Nomadland' - Foto: Focus Features/Plan B/Cor Cordium Productions

Ancora una volta 'Nomadland' di Chloé Zhao ha fatto incetta di premi: nel caso degli Independent Spirit Awards 2021 portandone a casa quattro, compresi quelli per il miglior film e la migliore regia. Grande festa pure per 'Sound of Metal' di Darius Marder, che agguanta le vittorie per il migliore film d'esordio, attore protagonista (Riz Ahmed) e attore non protagonista (Paul Raci). Sugli scudi anche 'Una donna promettente' di Emerald Fennell, premiato per la migliore attrice (Carey Mulligan) e la migliore sceneggiatura originale. Infine Youn Yuh-jung vince l'ennesimo riconoscimento come migliore attrice non protagonista grazie a 'Minari', mentre tocca registrare la delusione di 'Mai raramente a volte sempre', che è rimasto a mani vuote pur essendo un ottimo lungometraggio ed essendosi presentato alla cerimonia con il massimo numero di candidature, cioè sette.

Ultima considerazione: in quest'anno pazzerello e caratterizzato dalla pandemia di Coronavirus, molti titoli del cinema indipendente hanno conquistato la ribalta degli Oscar 2021 e, diversamente dal solito, gli Independent Spirit Awards possono rappresentare un ulteriore rafforzamento delle possibilità di vincere la statuetta dell'Academy (la cerimonia si tiene la notte fra 25 e 26 aprile: qui tutte le candidature).




Independent Spirit Awards 2021, tutte le nomination

L'elenco completo, che prevede anche anche le serie TV, si trova sul sito ufficiale degli Spirit. Qui riportiamo le principali categorie cinematografiche, con i vincitori in grassetto.

MIGLIOR FILM
First Cow
Ma Rainey's Black Bottom
Minari
Mai raramente a volte sempre
Nomadland

MIGLIORE REGIA
Lee Isaac Chung – Minari
Emerald Fennell – Una donna promettente
Eliza Hittman – Mai raramente a volte sempre
Kelly Reichardt – First Cow
Chloé Zhao – Nomadland

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Riz Ahmed – Sound of Metal
Chadwick Boseman – Ma Rainey's Black Bottom
Adarsh Gourav – La tigre bianca
Rob Morgan – Bull
Steven Yeun – Minari

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Nicole Beharie – Miss Juneteenth
Viola Davis – Ma Rainey's Black Bottom
Sidney Flanigan – Mai raramente a volte sempre
Julia Garner – The Assistant
Frances McDormand – Nomadland
Carey Mulligan – Una donna promettente

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Colman Domingo – Ma Rainey's Black Bottom
Orion Lee – First Cow
Paul Raci – Sound of Metal
Glynn Turman – Ma Rainey's Black Bottom
Benedict Wong – Nine Days

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Alexis Chikaeze – Miss Juneteenth
Han Ye-ri – Minari
Valerie Mahaffey – French Exit
Talia Ryder – Mai raramente a volte sempre
Youn Yuh-jung – Minari

MIGLIORE SCENEGGIATURA
Eliza Hittman – Mai raramente a volte sempre
Lee Isaac Chung – Minari
Emerald Fennell – Una donna promettente
Mike Makowsky – Bad Education
Alice Wu – L'altra metà

MIGLIORE SCENEGGIATURA D'ESORDIO
Kitty Green – The Assistant
Noah Hutton – Lapsis
Channing Godfrey Peoples – Miss Juneteenth
Andy Siara – Palm Springs
James Sweeney – Straight Up

MIGLIORE FILM D'ESORDIO
The 40-Year-Old Version
I Carry You with Me
Miss Juneteenth
Nine Days
Sound of Metal

MIGLIORE DOCUMENTARIO
Collective
Crip Camp
Dick Johnson Is Dead
Time
The Mole Agent

MIGLIORE FOTOGRAFIA
Joshua James Richards – Nomadland
Jay Keitel – She Dies Tomorrow
Shabier Kirchner – Bull
Michael Latham – The Assistant
Hélène Louvart – Mai raramente a volte sempre

MIGLIORE MONTAGGIO
Andy Canny – The Invisible Man
Scott Cummings – Mai raramente a volte sempre
Merawi Gerima – Residue
Enat Sidi – I Carry You with Me
Chloé Zhao – Nomadland

MIGLIORE FILM INTERNAZIONALE
Bacurau (Brasile)
The Disciple (India)
Night of the Kings (Costa d'Avorio)
Preparations to Be Together for an Unknown Period of Time (Ungheria)
Quo Vadis, Aida? (Bosnia Erzegovina)

Leggi anche:
- Oscar 2021. Esce al cinema Minari, il film candidato a 6 statuette
- Oscar 2021: dove vedere in streaming i film candidati
- Tenebre e ossa, la nuova serie TV fantasy di Netflix