Anastasiya Krasovskaya, Pardo per la migliore interpretazione femminile in Gerda
Anastasiya Krasovskaya, Pardo per la migliore interpretazione femminile in Gerda

Un dramma su impotenza, violenza, amore tradito e vendetta: Vengeance Is Mine. All Others Pay Cash del cineasta indonesiano Edwin ha vinto il Pardo d’oro come miglior film della 74ª edizione del Locarno Film Festival, che si è chiuso ieri con una sorpresa, il Lifetime Achievement Award a Dario Argento per la sua opera e l’interpretazione in Vortex di Gaspar Noé.

Miglior attrice è Anastasiya Krasovskaya per Gerda di Natalya Kudryashova,che ha al centro la storia di una studentessa di giorno, stripper nei locali di notte.

La giuria presieduta dalla cineasta statunitense Eliza Hittman (fra i componenti anche l’italianissima Isabella Ferrari) ha attribuito il premio per il miglior attore a Mohamed Mellali e Valero Escolar protagonisti dello spagnolo Sis Dies Corrents (The Odd Job-Men) di Neus Ballús, commedia su due idraulici e elettricisti tuttofare, alle prese con i clienti più bizzarri.

Sono invece due film italiani a conquistare i maggiori riconoscimenti nella sezione Cineasti del presente: miglior film è il documentario Brotherhood di Francesco Montagner, che racconta quattro anni nella vita di tre giovanissimi fratelli bosniaci. Affronta temi come il radicalismo islamico e i pregiudizi sugli italiani di seconda generazione Il legionario diretto da Hleb Papou: bielorusso naturalizzato italiano, Papou ha vinto il Pardo come miglior regista emergente.