Dopo negoziati durati mesi, gli eredi di David Bowie – morto il 10 gennaio 2016 a 69 anni appena compiuti – hanno venduto l’intero catalogo musicale dell’artista a Warner Chappell Music per oltre 250 milioni di dollari. Lo ha appreso Variety, che ieri ha pubblicato la notizia in esclusiva. Nel contratto sono inclusi sei decenni di canzoni-capolavoro tra cui Heroes, Changes, Space Oddity, Let’s Dance, Ziggy Stardust e centinaia di altre tratte da 27 album in studio compreso Toy, il famoso album inciso nel 2000 e andato perduto e ora pubblicato all’interno dell’ultimo box set dedicato al Duca Bianco, David Bowie 5. Brilliant Adventure (1992-2001) in uscita l’8 gennaio, in occasione delle celebrazioni per i 75 anni che avrebbe compiuto David.

Dell’accordo fanno parte anche i due album incisi in studio con i Tin Machine, le sue colonne sonore e altri progetti.

A. Spi.