Declinata al femminile questa edizione dei Nastri d’Argento 75, con tanto di black out al Maxxi di Roma: un calo della tensione elettrica ha interrotto l’inizio della cerimonia di premiazione, alle 21,30. Miss Marx di Susanna Nicchiarelli film dell’anno, ben 5 premi a Le sorelle Macaluso di Emma Dante (tra cui film, regia e produzione). A seguire, per la commedia, 4 nastri a L’incredibile storia dell’isola delle rose di Sydney Sibilia, tra cui quello andato ad Elio Germano. Questi i principali premi del Sindacato giornalisti cinematografici consegnati ieri sera alla presenza di Laura Pausini, Stefano Bollani e Giuliano Sangiorgi.

A Pietro Castellitto con I predatori il premio come miglior regista esordiente (Massimo Popolizio miglior attore non protagonista: miglior attore drammatico Kim Rossi Stuart (Cosa sarà). Nastro di Platino a Sophia Loren (La vita davanti a sé) e Nastro speciale a Renato Pozzetto protagonista del film di Pupi Avati Lei mi parla ancora. Il nastro Europeo va infine a Colin Firth.