24 gen 2022

I migliori film e serie tv che parlano di politica

House of Cards, Scandal, Le idi di marzo, Il Divo e Viva l’Italia: ecco i migliori titoli di film e serie TV che trattano di politica

Film e serie TV che parlano di politica
Film e serie TV che parlano di politica

La politica fa spettacolo: sono davvero molti i film e le serie che portano sullo schermo intrighi, accordi, vittorie e sconfitte. Da sempre le trame costruite attorno alle vicende politiche hanno avuto grande spazio al cinema e in TV. Negli anni sono state girate storie ispirate a quelle reali o che raccontano di personaggi di fantasia, ma anche biopic su controverse figure del panorama politico realmente esistite. Ecco alcuni tra i migliori titoli da guardare e riguardare sulle piattaforme di streaming.

1. House of Cards (Sky)
Si tratta, probabilmente, della serie politica americana per eccellenza. Sono in tutto 6 le stagioni tratte dai 3 romanzi di Michael Dobbs. House of Cards è la storia del deputato statunitense Frank Underwood (interpretato da Kevin Spacey) e della sua scalata al potere, verso la Casa Bianca, accanto alla moglie Claire (Robin Wright). La serie TV ha ottenuto da subito un grande successo ricevendo sin dalla prima stagione 9 nomination agli Emmy. In seguito sono arrivate anche quelle ai Golden Globes, che hanno visto nel 2014 la Wright vincere come migliore attrice protagonista.
Tra i fan più affezionati di House of Cards c’è anche Barack Obama, che viene nominato più volte nel corso della prima stagione, come Presidente uscente. Nel 2017 Netflix ha annunciato la distribuzione della sesta e ultima stagione. Nell’ultimo capitolo della saga non compare Spacey, licenziato in seguito alle accuse di molestie sessuali. Nonostante sia stata prodotta da Netflix, in Italia attualmente è possibile rivedere House of Cards solo su Sky.

2. Scandal (Amazon Prime Video)
Nella serie TV di Shonda Rhimes la protagonista è Oliva Pope: spin-doctor, crisis manager e titolare della OPA (Olivia Pope e Associati). La donna – interpretata da Kerry Washington – ha deciso di lavorare in proprio dopo aver gestito la campagna del senatore californiano Fitzgerald Grant (Tony Goldwyn) e averlo condotto alla presidenza degli Stati Uniti. Olivia e Fitz sono amanti e per questo lei ha scelto di abbandonare l’incarico alla Casa Bianca.
Nel corso delle stagioni il loro rapporto di amore e odio viaggerà parallelamente a quello di pace e guerra tra la OPA e lo staff presidenziale. Il personaggio della Pope, che si troverà a gestire diverse crisi che riguardano i politici statunitensi, è liberamente ispirato a Judy Smith, l’addetta stampa della Casa Bianca durante la presidenza di George W. Bush. Le 7 stagioni di Scandal fanno parte del catalogo di Amazon Prime Video.

3. Le idi di marzo (RaiPlay)
Ryan Gosling e George Clooney (che firma anche la regia) sono i protagonisti de Le idi di marzo, il film del 2011 focalizzato sull’ambizione e il tradimento. Clooney interpreta Mike Morris, governatore della Pennsylvania e candidato democratico alle primarie contro Tom Pullman, senatore dell’Arkansas. I due politici cercano di avvicinare Franklin Thompson, senatore della Carolina del Nord, che può aiutarli nello sprint finale verso la presidenza. Gosling è Stephen Meyers, il giovane addetto stampa di Mike Morris e si ritrova ad essere la vittima sacrificale in un gioco (politico) sporco tra i candidati. Alla fine, però, il ragazzo riesce a rigirare la situazione a suo favore. Il film è tratto dalla pièce teatrale di Brodway Farragut North di Beau Willimon, a sua volta liberamente ispirata alla campagna delle primarie dell’ex governatore del Vermont Howard Dean. Attualmente è possibile rivederlo su RaiPlay.

4. Il Divo (Netflix)
Paolo Sorrentino firma la regia di questo film del 2008 sulla vita di Giulio Andreotti e, in particolare, su quello che accadde negli anni 90. A vestire i panni di Andreotti è l’attore che ha accompagnato il regista premio Oscar per La grande bellezza e in quasi tutti le sue pellicole: Toni Servillo. Il lungometraggio, presentato per la prima volta a Cannes nel 2008 – dove ha ricevuto 10 minuti di applausi e il premio della giuria –, non fu accolto particolarmente bene dal protagonista che lo definì “una mascalzonata”.
Il titolo deriva da un soprannome che il giornalista Mino Pecorelli diede al tre volte presidente del Consiglio e maggiore esponente della DC. Oggi il film è visibile su Netflix.

5. Viva l’Italia (Netflix)
Una commedia agrodolce, italiana e diretta da Massimiliano Bruno. Michele Placido interpreta Michele Spagnolo, un parlamentare e leader di un partito politico che, dopo un malore, perde i freni inibitori e non riesce a non dire la verità. Questo porterà allo scoperto riflessioni che sanno di denuncia sociale. Ma soprattutto sotterfugi, raccomandazioni, tangenti e “inciuci” che hanno coinvolto lui e tanti dei suoi colleghi e faranno luce su un sistema generale, malato e corrotto. A fare da sfondo alla situazione politica ci sono anche le vicende familiari di Spagnolo e dei suoi figli, interpretati da Raoul Bova, Alessandro Gassman e Ambra Angiolini, con cui Michele non ha mai avuto un buon rapporto. Nel cast anche Edoardo Leo e Stefano Fresi. Il film è attualmente visibile su Netflix.
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?