Il musicista svizzero Rocco Filippini, violoncellista di fama mondiale, fondatore nel 1968 del Trio di Milano e nel 1992 del Quartetto Accardo, è morto a Lugano all’età di 77 anni. La notizia della scomparsa si è diffusa a Cremona, città nella quale dal 1985 aveva insegnato all’Accademia Stauffer.

Nella musica da camera ha collaborato con alcuni tra i più grandi concertisti contemporanei, tra i quali spiccano Salvatore Accardo e Maurizio Pollini. Con il suo violoncello “Gore Booth“, ex Baron Rothschild di Antonio Stradivari (1710), ha tenuto concerti in tutto il mondo. Alcuni tra i massimi compositori di oggi, quali Luciano Berio, Franco Donatoni e Salvatore Sciarrino, gli hanno dedicato loro opere.