La preziosa Emerald Isle Collection (foto faberge.com)
La preziosa Emerald Isle Collection (foto faberge.com)

Già un distillato da collezione può costare cifre non indifferenti, ma se ci aggiungi un uovo di Fabergé si parte dritti da due milioni di dollari. La casa di gioielleria e la Craft Irish Whiskey Co. hanno collaborato per creare una lussuosa, decadente stravaganza che diventerà il vanto di una ristretta cerchia di nababbi. Battezzata The Emerald Isle Collection, è un set che include un rarissimo whisky irlandese e appunto un uovo Fabergé. Ne verranno prodotti solo sette esemplari, ciascuno caratterizzato da dettagli unici, concepiti per celebrare le "sette meraviglie d'Irlanda".

Realizzata in legno di noce scuro, la scatola si apre rivelando i suoi tesori. Al centro la bottiglia di Emerald Isle, un whiskey a tripla distillazione invecchiato trent'anni in botti di bourbon americano e di sherry Pedro Ximinez, che viene definito il più raro single malt di questa tipologia che esista. Di fianco, il prezioso Celtic Egg fatto a mano dal maestro della maison Marcus Mohr, ricoperto di smalto verde e rifinito con oro 18 carati. Nella decorazione centrale sono incastonati 108 diamanti taglio brillante e una gemma; all'interno dell'uovo, che si dischiude come uno scrigno, è custodito uno smeraldo grezzo. A completare il trittico di pezzi forti c'è un orologio Fabergé Altruist in oro rosa a 18 carati, e anche in questo caso si tratta di un pezzo unico.

L'esperienza della Emerald Isle Collection prosegue con una scatola contenente due pregiati sigari Cohiba Siglo VI Gran Reserva accompagnati da un tagliasigari placcato in oro; una pipetta manco a dirlo placcata in oro; una caraffa di acqua di sorgente prelevata nella stessa zona da cui proviene quella utilizzata per fare il whiskey; una fiaschetta con un assaggio dell'Emerald Isle; delle pietre in ossidiana da raffreddare e mettere nel bicchiere del distillato, per mantenerlo fresco senza diluirlo.

I sette set saranno venduti singolarmente all'asta nel corso dell'anno, con un prezzo di partenza di due milioni di dollari. Ma quanto meno l'ostentazione di ricchezza non sarà fine a se stessa: il ricavato andrà interamente in beneficenza.