Foto: El Deseo
Foto: El Deseo

Venerdì 17 maggio, dopo il passaggio in concorso al Festival di Cannes 2019, esce nelle sale cinematografiche italiane il nuovo film di Pedro Almodovar: si intitola 'Dolor y gloria' ed è interpretato, fra gli altri, da Antonio Banderas e Penélope Cruz. La storia, recita la sinossi ufficiale, "parla della creazione artistica, della difficoltà di separarla dalla propria vita e dalle passioni che le danno significato e speranza".

DOLOR Y GLORIA, IL FILM
Scritto e diretto dal cineasta spagnolo Pedro Almodovar, 'Dolor y gloria' segna il suo ritorno al cinema dopo 'Julieta' (2016). Anche quest'ultimo venne presentato al Festival di Cannes, nel concorso principale, ma tornò a casa senza avere vinto la Palma d'Oro pur raccogliendo recensioni più che positive. Ora 'Dolor y Gloria' ritenta la conquista del premio più importante della kermesse francese, che si tiene dal 14 al 25 maggio.

LA TRAMA
La storia è quella di un regista cinematografico sul viale del tramonto e in forte crisi creativa. Lo seguiamo mentre ricorda la sua vita, da quando era un bambino alle prime infatuazioni, dalla grande delusione amorosa alla scoperta del cinema e della narrazione come terapia per le proprie cicatrici emotive.

IL TRAILER


UN FILM AUTOBIOGRAFICO
'Dolor y gloria' è uno dei film più autobiografici di Almodovar, che proprio per questo ha voluto al suo fianco l'attore Antonio Banderas. Ha infatti dichiarato il cineasta: "Nessuno avrebbe potuto interpretare quel ruolo come lui. Molte delle cose che racconto Antonio le ha vissute al mio fianco".

COM'È 'DOLOR Y GLORIA': LE RECENSIONI
La proiezione a Cannes è prevista per il 17 maggio, stesso giorno dell'uscita in Italia, ma 'Dolor y gloria' è già arrivato nelle sale spagnole a fine marzo, e di conseguenza possiamo dare un'occhiata a com'è stato accolto in patria.

In media ha ricevuto molti complimenti. Il pregio principale del film, dice la critica spagnola, è che Almodovar ha saputo trovare il perfetto bilanciamento fra intensità emotiva e riflessione su se stesso e il proprio cinema. La consueta padronanza della cinepresa ha fatto il resto.

Leggi anche:
- John Wick 3 - Parabellum, un film all'altezza delle aspettative
- Mò Vi Mento - Lira di Achille, un film politicamente scorretto
- Led Zeppelin, in lavorazione film celebrativo della band