14 mar 2022

'Corro da te', la commedia romantica con Favino e Leone

Pierfrancesco Favino e Miriam Leone al centro di una storia d'amore e disabilità: il film esce al cinema il 17 marzo

Foto: Vision Distribution/Wildside
Foto: Vision Distribution/Wildside

Conquistare una donna e conquistare l'amore sono due cose diversissime. Parola della commedia romantica 'Corro da te', con protagonisti Pierfrancesco Favino e Miriam Leone: lui nei panni di un seduttore incallito, lei in quelli di una donna energica costretta su una sedia a rotelle. Il film esce nelle sale cinematografiche italiane giovedì 17 marzo, portandosi dietro pareri non troppo convinti da parte della critica. Che però, in media, non ha scritto stroncature senza appello.

'Corro da te', tutto sul film
La trama racconta di Gianni, che ha quasi cinquant'anni, è un imprenditore di successo e passa da una ragazza all'altra senza lesinare menzogne di sorta pur di potersi confermare tombeur de femmes. Un giorno Gianni incontra una donna che si occupa di disabili, che per una bizzarra coincidenza lo crede confinato su una sedie a rotelle: lei decide di presentargli la sorella Chiara, che è veramente paraplegica ed è una persona piena di grinta e talenti. Inizia un intricato gioco di bugie e fraintendimenti: l'amore ci metterà lo zampino?

'Corro da te' è il remake della commedia francese 'Tutti in piedi' (2018), di cui riprende la trama senza particolari variazioni. Regia e sceneggiatura sono stati firmati da Riccardo Milani, che si è fatto affiancare in fase di scrittura da Furio Andreotti e Giulia Calenda e che ha fatto valere l'esperienza maturata con la serie TV 'Tutti pazzi per amore' e con i film 'Benvenuto presidente!, 'Come un gatto in tangenziale' e 'Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto'.

A proposito del cast: i protagonisti Pierfrancesco Favino e Miriam Leone sono fra i volti più noti del cinema italiano contemporaneo. Accanto a loro troviamo Pilar Fogliati ('Un passo dal cielo'), Pietro Sermonti ('Boris'), Vanessa Scalera ('Imma Tataranni - Sostituto procuratore'), Michele Placido ('La piovra') e Piera Degli Esposti ('Il divo'), alla sua ultima interpretazione.

Il trailer

 

 

Le recensioni, cosa ne pensa la critica
Non un disastro, ma nemmeno un film all'altezza di quello originale francese: una frase che riassume il parere medio della critica italiana. Se infatti le interpretazioni di Pierfrancesco Favino e Miriam Leone hanno sostanzialmente convinto, e altrettanto ha fatto la mano garbata del regista Riccardo Milani, ciò che non ha funzionato è il tono adottato da 'Corro da te': troppo timoroso di toccare un tema delicato come la disabilità, incapace di quel cinismo di cuore che invece aveva tenuto insieme 'Tutti in piedi'.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?