Foto: Marvel Studios
Foto: Marvel Studios

Il successo economico di 'Captain Marvel', che ha incassato oltre 1,12 miliardi di dollari nelle sale di tutto il mondo, ha reso inevitabile il sequel. Ora si scopre che Marvel Studios sta pensando di fare uscire 'Captain Marvel 2' nel corso del 2022, stesso anno di 'Black Panther 2', assumendo una nuova sceneggiatrice e una nuova regista. Nel primo caso si fa il nome di Megan McDonnell, sul secondo regna il mistero più assoluto, mentre è certo il ritorno di Brie Larson nei panni della super eroina più potente dell'Universo Cinematografico Marvel (UCM).
 

Captain Marvel 2

Megan McDonnell non è particolarmente nota, ma ha un'ottima freccia al proprio arco: fa parte del gruppo di autori che sta sviluppando la serie TV 'WandaVision', incentrata sulle avventure di due eroi dell'UCM, e dunque ha dimestichezza sia con il mondo narrativo dei supereroi sia con le dinamiche produttive interne a Marvel Studios.

A McDonnell spetta dunque il compito di raccontare cosa succede a Carol Danvers dopo che ha acquisito i suoi fenomenali poteri e che ha contribuito a sconfiggere Thanos in 'Avengers: Endgame'. Per il momento non trapelano dettagli sulla storia alla quale sta lavorando, ma è probabile che tenga conto di ciò che accadrà nella cosiddetta fase 4 dell'UCM, quella che prevede l'uscita nel 2020 di 'Black Widow' e 'The Eternals' e poi nel 2021 del quartetto formato da 'Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings', 'Doctor Strange in the Multiverse of Madness', il sequel di 'Spider-Man: Far From Home' (che ancora non ha un titolo ufficiale) e 'Thor: Love and Thunder'.

Tra l'altro, fissare l'uscita di 'Captain Marvel 2' per il 2022 significa inserire il film in quella che probabilmente sarà identificata come la fase 5 dell'UCM, che già comprende 'Black Panther 2', atteso per il 6 maggio 2022.
 




Una donna alla regia

Sul fronte della regia Marvel sta cercando una donna alla quale affidare la cinepresa. Il film precedente era stato girato da Anna Boden insieme a Ryan Fleck, ma le indiscrezioni raccolte dal magazine Hollywood Reporter dicono che il sequel sarà affidato completamente a una regista, che non dovrà condividere al 50% i crediti.

La scelta al femminile non sorprende: se è vero che le donne hanno ancora enormi difficoltà ad affermarsi dietro la cinepresa, è anche vero che le cose stanno cambiando e che le registe hanno dimostrato di sapere propiziare incassi milionari al botteghino. Tanto che nel 2020 avremo un bel po' di blockbuster girati da donne, titoli del calibro di 'Birds of Prey' (regia di Cathy Yan, che esce a febbraio), 'Mulan' (Niki Caro, esce a marzo), 'Black Widow' (Cate Shortland, ad aprile), 'Wonder Woman 1984' (Patty Jenkins, a giugno) e 'Gli Eterni' (Chloé Zhao, a novembre).

Leggi anche:
- L'avanzata delle registe donne a Hollywood
- Marvel, presto il primo supereroe transgender
- Black Widow, ecco il trailer con Scarlett Johansson