Foto: Universal Pictures/Broken Road Productions/Perfect World Pictures
Foto: Universal Pictures/Broken Road Productions/Perfect World Pictures

Un film romantico nel quale uno dei due amanti è gravemente malato non è certo una novità, ma è ragione di interesse il fatto che 'All My Life' sia ispirato a una storia vera, quella che ha visto protagonisti Jennifer Carter e Solomon Chau, conosciuti in Rete come Jenn e Sol. Il lungometraggio esce nei cinema italiani giovedì 5 agosto, forte di un responso positivo da parte del pubblico di lingua inglese, ma di recensioni non altrettanto valide da parte della critica.


All My Life, tutto sul film

La trama racconta di due giovani che si incontrano, si piacciono, iniziano a frequentarsi, si innamorano e decidono di andare a vivere insieme. Quando Sol chiede a Jenn se vuole sposarlo, lei risponde di sì e tutto sembra andare a gonfie vele verso un futuro radioso. Invece ecco la brutta notizia: a Sol viene diagnosticato un tumore al fegato in stadio avanzato. La situazione clinica è seria e la tentazione è di annullare le nozze. Invece gli amici e la famiglia dei due innamorati creano una raccolta fondi online per aiutare la coppia a organizzare in sole due settimane il matrimonio che avevano sognato: l'iniziativa ha un successo inatteso.

La storia vera di Jenn e Sol ha ispirato il lavoro di Todd Rosenberg, che ha scritto la sceneggiatura di 'All My Life' cimentandosi per la prima volta in questo ruolo. La regia è stata invece curata dal più esperto Marc Meyers, che ha portato in dote l'esperienza maturata dirigendo film come 'How He Fell in Love', 'My Friend Dahmer', 'We Summon the Darkness' e 'Human Capital'. Nel cast spiccano i due protagonisti: Jenn ha il volto di Jessica Rothe, che abbiamo visto per esempio in 'La La Land' e 'Auguri per la tua morte', mentre Sol è interpretato da Harry Shum Jr. ('Crazy & Rich', 'Glee'). Accanto a loro Kyle Allen ('American Horror Story'), Chrissie Fit ('Pitch Perfect 2') e Jay Pharoah ('Unsane').

Il trailer



Le recensioni, cosa ne pensa la critica

'All My Life' è uscito in Inghilterra e Stati Uniti nell'autunno-inverno 2020 e di conseguenza conosciamo il parere della critica di lingua anglosassone e pure quello del pubblico. In quest'ultimo caso il responso è stato positivo, pur senza entusiasmi, mentre i recensori professionisti sono stati molto più freddi: in molti hanno apprezzato le interpretazioni di Jessica Rothe e Harry Shum Jr. e la loro chimica su schermo, ma quasi tutti hanno notato che il film procede per cliché e pare talvolta furbetto nel modo in cui cerca di commuovere il pubblico. Scivoloni che hanno prodotto recensioni anche molto negative.