Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
31 mag 2022

Voltura e subentro delle utenze: cosa bisogna sapere

31 mag 2022
Voltura e subentro delle utenze
Voltura e subentro delle utenze
Voltura e subentro delle utenze
Voltura e subentro delle utenze

Quando si cambia abitazione, sia nel caso di un contratto di locazione che di acquisto, una delle prime operazioni da fare per vivere a pieno la nuova casa è verificare che le utenze domestiche siano attive e, nel caso non lo fossero, procedere con la loro riattivazione.  A questo proposito si parla di voltura e subentro: la prima consiste nel cambio della titolarità di un contratto di fornitura dal vecchio a un nuovo proprietario, mentre con subentro intendiamo la riattivazione di un contratto di fornitura elettrica o di gas dopo un periodo di inattività. Vediamo nello specifico come richiedere la voltura e il subentro e quali sono i costi e le differenze tra le due operazioni. In cosa consiste la voltura? Per voltura, intendiamo un’operazione con cui si richiede il cambio dell’intestatario di un contratto di gas o di luce ancora attivo. Grazie alla voltura, l’erogazione di energia elettrica o di gas non viene interrotta, ma viene solo cambiata la titolarità della fornitura. In questo modo, la società di distribuzione rimane la stessa. La voltura: procedure, tempistiche e costi Fare richiesta per la voltura potrebbe sembrare complesso, ma in realtà è un’operazione molto facile, poiché basta semplicemente rivolgersi al fornitore che sta già erogando il servizio. Più nello specifico, il nuovo titolare dell’immobile deve inoltrare alla società di fornitura una serie di documenti: una bolletta intestata al precedente proprietario: nel caso di voltura della luce è essenziale il codice POD, un codice alfanumerico che identifica il punto di prelievo dell’energia elettrica, mentre in caso di voltura del gas è fondamentale il codice PDR; documenti personali del richiedente e del precedente proprietario, come la copia delle carte d’identità, i codici fiscali e i dati anagrafici; un documento che attesti l’atto di acquisto o il contratto di affitto; ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?