21 feb 2022

Turismo, da Intesa più liquidità alle imprese per il rilancio del settore

Accordo con Confindustria Alberghi, Federalberghi e Federterme. La banca alza il proprio plafond destinato alle attività che vogliono innovare

featured image
La spiaggia di Rimini

Milano - Misure a sostegno dell'industrai del turismo. Intesa Sanpaolo rinnova con misure ad hoc il proprio sostegno, l'obiettivo è affiancare le imprese nel rilancio legato alle opportunità previste dal Pnrr e dalle iniziative ministeriali. In particolare, Intesa Sanpaolo innalza il plafond da un miliardo a 1,2 miliardi di euro e offre alle imprese la liquidità necessaria attraverso l'acquisizione dei crediti di imposta e una serie di iniziative da abbinare alle agevolazioni pubbliche.

In attesa dell'imminente avvio del bando ministeriale sul settore, la banca predispone per tutte le imprese, anche per quelle che potranno usufruire delle agevolazioni pubbliche, strumenti finanziari innovativi da abbinare proprio alle risorse pubbliche, per accompagnarle nella definizione di progetti di crescita sostenibile in coerenza con gli obiettivi delle missioni del Pnrr.

L'operazione vuole rafforzare la transizione sostenibile delle imprese ricettive lungo tre assi chiave: riqualificazione e aumento degli standard qualitativi delle strutture ricettive, sostenibilità ambientale dell'offerta attraverso il rinnovamento di strutture e servizi e digitalizzazione del modello di servizio. In questa cornice si colloca l'accordo siglato con le associazioni di categoria Confindustria Alberghi, Federalberghi e Federterme al fine di contribuire all'accelerazione degli investimenti nel comparto.

"Apprezziamo la disponibilità di Intesa Sanpaolo che attraverso questo protocollo, che confidiamo abbia una concreta e veloce operatività, ha rinnovato il suo sostegno al settore termale e alberghiero ponendolo in condizione di fruire al meglio delle opportunità offerte dal Pnrr", afferma Massimo Caputi, Presidente Federterme Confindustria. "Le risorse messe a disposizione - aggiunge - consentiranno di proseguire nel cammino di rilancio di un comparto che ha la necessità, dopo il periodo di difficoltà dovuto alla Pandemia, di presentarsi sul mercato italiano e internazionale in maniera più robusta e con un prodotto ben definito. Per le aziende è un'occasione da cogliere rapidamente per poter così valorizzare la propria offerta".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca: "Nella fase di grande riorganizzazione che il periodo post pandemico imporrà alle imprese del turismo, il sostegno di Intesa Sanpaolo a favore del nostro mondo è strategico e provvidenziale".  "Il sistema ricettivo italiano - aggiunge - necessita di azioni di supporto efficaci e tempestive. Intesa Sanpaolo risponde a questo bisogno sul solco del 2021, aumentando il plafond dedicato alle nostre imprese per garantire loro maggior liquidità. Le misure messe in campo, in totale accordo con gli obiettivi delle missioni del Pnrr, saranno essenziali per la ripresa. Ma c'è di più: l'accordo proposto dalla Banca ha il grande pregio di coinvolgere le categorie più significative del comparto, creando indirettamente un sistema coeso nel rilancio del turismo e della ricettività italiana".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?