Sabato 25 Maggio 2024

Autostrade intelligenti e interconnesse

ANCHE le autostrade possono essere intelligenti e interconnesse. A Milano, all’interno di Step FuturAbility District, Autostrade per l’Italia (nella foto...

Autostrade intelligenti e interconnesse

Autostrade intelligenti e interconnesse

ANCHE le autostrade possono essere intelligenti e interconnesse. A Milano, all’interno di Step FuturAbility District, Autostrade per l’Italia (nella foto in basso l’ad Roberto Tomasi) ha creato un’esperienza immersiva di realtà aumentata. Le autostrade del futuro avranno droni, per il monitoraggio del traffico, corsie a induzione per la ricarica delle auto, smart city, intelligenza artificiale e control room per gestire i dati rilevati dalla rete autostradale e consigliare il viaggiatore, proprio come un co-pilota personale. In Step sarà possibile sperimentare la Realtà Aumentata. I visitatori potranno compiere un viaggio virtuale a bordo di un’auto elettrica a guida autonoma su una "Smart Highway". L’auto, collegata con i sensori autostradali connessi alla Control Room di Autostrade, permette infatti ai visitatori di sperimentare i vantaggi di un’infrastruttura per la mobilità in grado di ottimizzare in tempo reale i flussi di traffico, garantendo un’esperienza di guida più sicura ed efficiente. Il viaggio nella realtà aumentata inizia con la presentazione della Control room di Autostrade per l’Italia. Un’area all’avanguardia che presenta al visitatore le tecnologie già in campo e i possibili scenari di applicazione che guardano al futuro. I dati raccolti, tramite i sensori disseminati lungo i tratti autostradali, vengono elaborati dall’Intelligenza Artificiale e trasmessi alla Control room per supportare costantemente l’utente e aiutarlo a gestire il viaggio nella maniera più efficiente possibile. La realtà aumentata si attiva inquadrando con la telecamera del proprio cellulare l’icona a pavimento.

Il visitatore viene invitato a muoversi ruotando lo smartphone per "immergersi" completamente nella scena e subito dopo viene presentata l’Ar window: una finestra virtuale sul futuro sospesa nell’ambiente reale. Da qui è possibile esplorare uno scenario proprio come se il visitatore si affacciasse a una finestra sul futuro, interagendo con gli elementi 3D che animano l’ambiente virtuale. Le auto sembrano viaggiare lungo il percorso autostradale e l’ambiente circostante si modifica in modo coerente, mostrando diversi scenari. Grazie all’integrazione della realtà aumentata nel percorso di visita lo schermo dello smartphone del visitatore si trasforma così in una finestra privilegiata per continuare a esplorare il futuro in maniera sempre più interattiva e coinvolgente.

L. M.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro