MATTEO Del Fante (nella foto), amministratore delegato e direttore generale del gruppo Poste Italiane, è l’Alumnus dell’anno 2021. Il riconoscimento è stato conferito dalla Bocconi Alumni Community, realtà che conta oggi oltre 120mila membri nel mondo e che ogni anno – dal 1987 – assegna il prestigioso titolo ad un alumnus o...

MATTEO Del Fante (nella foto), amministratore delegato e direttore generale del gruppo Poste Italiane, è l’Alumnus dell’anno 2021. Il riconoscimento è stato conferito dalla Bocconi Alumni Community, realtà che conta oggi oltre 120mila membri nel mondo e che ogni anno – dal 1987 – assegna il prestigioso titolo ad un alumnus o una alumna che si siano particolarmente distinti nel loro campo professionale.

Un fiorentino doc entra dunque a far parte di un albo d’oro d’eccellenza, rendendo onore alla città, per "aver trasformato Poste Italiane in un’eccellenza italiana" ed "aver reso efficace la campagna vaccinale durante l’emergenza da Covid 19".

Del Fante inizia la sua carriera in JP Morgan prima di laurearsi con lode in Economia politica nel 1992 discutendo la tesi ‘Informazione asimmetrica e mercato obbligazionario: un’applicazione al caso italiano’. Dopo avere vinto e rifiutato la borsa di studio Fulbright, che gli avrebbe consentito di svolgere un dottorato in economia in una delle migliori università degli Stati Uniti, Del Fante avvia una carriera manageriale che lo porta a ricoprire l’incarico di direttore generale in Cassa depositi e prestiti, di amministratore delegato in Terna S.p.A. Quindi, nel 2017, l’esperienza a Poste Italiane. "Sono arrivato a Milano nella seconda metà degli anni ’80 – dice Del Fante –, città già allora il luogo del merito, fondamentale quando si hanno responsabilità in funzioni d’interesse della collettività".

Il nome di Matteo Del Fante va ad aggiungersi ad un albo d’oro di Alumnus che comprende, tra gli altri, personaggi del calibro di Enrico Cuccia, Corrado Passera, Alessandro Profumo e molti altri ancora.