La divisione Materie Prime (Naterial Services) di ThyssenKrupp, preposta al commercio dei metalli grezzi, ha registrato un utile operativo record di 232 milioni di euro nel terzo trimestre dell’esercizio 2020 e 2021. "La forte crescita continua nei prezzi delle materie prime – spiegano – e l’evidente ripresa delle scorte di magazzino e delle vendite hanno generato un incremento sostanziale degli ordini (+1,6 miliardi di euro) e delle vendite (+1,4 miliardi), in crescita rispettivamente a 3,6 e 3,3 miliardi di euro". "Di rilievo", secondo il gruppo, il ritorno dell’utile operativo dopo una precedente perdita di 75 milioni registrata nell’analogo periodo del 2020. Una circostanza attribuibile per lo più all’aumento dei prezzi dell’acciaio dovuto alla carenza di materie prime.