Giovedì 13 Giugno 2024
ALBERTO LEVI
Economia

Elon Musk vuole 56 miliardi di dollari, gli azionisti di Tesla litigano

Si allarga il fronte dei contrari allo stipendio del Ceo, l’assemblea dei soci è prevista per il 13 giugno

Elon Musk

Elon Musk

Austin, 8 giugno 2024 – Si allarga il fronte degli azionisti di Tesla contrari allo stipendio da 56 miliardi di dollari per l’amministratore delegato Elon Musk. In vista dell’assemblea dei soci del 13 giugno arriva la posizione del fondo sovrano norvegese che ha preannunciato il voto contrario al maxi stipendio, in linea con "il nostro voto sullo stesso premio nel 2018". Uno stipendio da 56 miliardi di dollari farebbe di Musk il ceo più pagato nella storia, rendendo ancora più solido il suo posizionamento tra gli uomini più ricchi del pianeta.

Il fondo Norges Bank Investment Management (Nbim), che detiene lo 0,98% di Tesla per un valore di 7,72 miliardi di dollari, contesta la "dimensione totale del premio" e si dice "preoccupato per le modalità con le quali si arriva alla struttura della performance". La posizione del fondo norvegese è in linea con quella di altri soci, tra cui il fondo statunitense Calvert.

Una bocciatura in assemblea della retribuzione del ceo, seppur solo consultiva, potrebbe mettere in grande imbarazzo Elon Musk, tanto da indurlo, secondo le indiscrezioni di mercato, a dare l’addio alla sua creatura. L’accordo sulla remunerazione di Elon Musk era stato originariamente elaborato nel 2018, ma i giudici del tribunale del Delaware lo hanno annullato all’inizio di quest’anno, affermando che gli investitori non erano stati pienamente informati sui dettagli chiave. Ora bisognerà attendere il 13 giugno per scoprire chi vincerà la battaglia sul maxi stipendio di Musk.