Roma, 7 giugno 2021 -  Da oggi lunedì 7 giugno altre quattro regioni sono entrate in zona bianca: sono Veneto, Abruzzo, Liguria e Umbria. Lo ha deciso venerdì scorso il ministro della Salute Roberto Speranza dopo il monitoraggio settimanale dell'Iss che ha certificato il rispetto del parametro decisivo: incidenza di casi settimnali ogni 100mila abitanti sotto i 50 per tre settimane consecutive. Queste quattro regioni si aggiungono a Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia. Vediamo ora qual è il calendario delle prossime entrate nella fascia bianca e quali sono i dati attuali dell'incidenza.

Zona bianca dal 14 giugno: aggiornamenti in diretta

Zona bianca: altre sei regioni

Vaccini: dopo quanti giorni dalla prima dose si è protetti

Covid, il bollettino del 10 giugno

Genova, grave a 18 anni dopo vaccino AstraZeneca

Dal 7 giugno coprifuoco a mezzanotte

Green Pass europeo: via libera Ue

Sommario

La mappa interattiva

Bianche dal 14 giugno

In pole position per passare nella fascia con meno restrizioni da lunedì 14 giugno sono Lazio, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, provincia di Trento e Puglia. Per potere centrare il traguardo dovranno mantenersi soto i 50 casi nel monitoraggio che l'Iss diffonderà venerdì 11 giugno. Ad oggi, valutando la media mobile a 7 giorno tutte hanno le carte in regole: Lazio (26), Lombardia (26), Piemonte (29), Emilia Romagna (25), provincia di Trento (28) e Puglia (28). Quindi possiamo già dire che tutte passeranno in bianco.

Camilla morta dopo AstraZeneca. Gli amici: "Ciao bomber"

Vaccini, dove sono i prossimi Open Day

Bianche dal 21 giugno

Praticamente tutta Italia sarà bianca, ad eccezione della Val d'Aosta, il 21 giugno. Quel gioorno - se i dati saranno confermati nei prossimi due monitoraggi di 11 e 18 giugno - raggiungeranno le tre settimane anche Calabria (41), Campania (37), Marche (32), Provincia autonoma di Bolzano (33), Sicilia (40), Toscana (31) e Basilicata (33)

Estate, le regole per andare al mare

Bianche dal 28 giugno

Resta la Val d'Aosta che dovrà attendere il 28 giugno per completare le tre settimane. Oggi la media mobile è dedisamente migliorata: l'incidenza è calata a 34. Decisivi i monitoraggi di 11, 18 e 25 giugno.

image

Zona bianca: le regole

Cosa potranno dunque fare da oggi le regioni entrate in zona bianca? Vediamo insieme le poche regole tenendo presenti che obbligo di mascherine e distanziamento restano.

Coprifuoco. La prima grande novità è che non c'è più il coprifuoco. Ci si potrà quindi spostare senza limitazioni di orario.

Visite a parenti e amici. Una limitazione resta: Si potrà andare a trovare parenti e amici in un massimo di sei persone oltre i figli minorenni.

Piscine al chiuso. Mentre in zona gialla riapriranno il primo luglio, in zona bianca riaprono sempre rispettando i protocolli di sicurezza.

Bar e ristoranti. All'aperto nessun limite alle tavolate. All'interno allo stesso tavolo al massimo sei persone. Limitazione che non vale nel caso di due nuclei familiari.

Sale giochi e scommesse. Riaprono.

Cerimonie e banchetti. Possibili in zona bianca i banchetti sdopo le cerimonie civili o religiose (matrimoni o cresime per esempio). Ma i partecipanti devono avere il green pass.

Feste. Restano vietate

Discoteche. Per ora vietato ballare in pista.

Parchi divertimento. In zona bianca possono riaprire i parchi divertimento e i parchi a tema.