Roma, 11 giugno 2021 - Altre sei regioni in zona bianca. Neesuna sorpresa dalla cabina di regia che oggi ha esaminato il nuovo report settimanale dell'Isituto Superiore di Sanità e poi ha deciso, come ogni venerdì, i nuovi colori delle regioni che diventano operativi con la firma delle relative ordinanze del ministro della Salute, Roberto Speranza. L'Italia si colora sempre più di bianco. Altre sei regioni/province autonome entrano ufficialmente nella fascia con meno restrizioni: per la formalità bisogna attendere lunedì 18 giugno, quando due italiani su tre torneranno a una vita con poche restrizioni. Con l'ingresso in zona bianca di Piemonte, Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Puglia e provincia autonoma di Trento saranno 41 milioni gli italiani che potranno riprendere in mano la propria vita.

Zona bianca dal 14 giugno: tutte le regole

AstraZeneca: la circolare del ministero in Pdf

Richiamo AstraZeneca: ecco cosa succede ora

AstraZeneca solo agli over 60, seconda dose Pfizer ai giovani

Camilla, lo studio e la pallavolo.Chi era la ragazza morta dopo AstraZeneca

Sommario

La mappa europea dei colori

Zona bianca, il calendario di giugno

Il calendario di giugno della zona bianca

Ema: "No Astrazeneca a chi ha permeabilità capillare"

Iss: cala l'incidenza, Rt Italia fermo

Filtrano i dati del monitoraggio Iss. E anche questa settimana i numeri sono confortanti: scende infatti ancora il valore medio nazionale dell'incidenza dei casi di Covid ogni 100 mila abitanti che passa a 26 rispetto al 32 della scorsa settimana. Fermo invece l'Rt nazionale allo stesso valore di 7 giorni fa: 0,68. Tutte le regioni sono classificate a rischio basso tranne una, la Sardegna, che presenta un rischio moderato. Tutte hanno un Rt medio inferiore a 1 nel limite inferiore del range, e quindi una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 1. Buone notizie anche sul fronte delle strutture ospedaliere. Questa settimana, infatti, nessuna regione e provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica per i malati di Covid. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è 8%. "Siamo in una situazione di controllo, però attività come il tracciamento e l'individuazione precoce dei casi è cruciale e il fatto di avere meno casi non deve farci allentare l'attenzione", ha detto in conferenza stampa il portavoce del Cts. Silvio Brusaferro.

Variante Delta (indiana) e vaccino: gli ultimi studi

AstraZeneca e J&J: oggi il parere del Cts

Regioni: i dati di oggi

Tutte le regioni hanno finora un'incidenza sotto i 50, il requisito richiesto dal Decreto riaperture per l'assegnazione alla fascia bianca. Questi i dati provvisori dell'incidenza: Abruzzo 19, Basilicata 39, Calabria 36, Campania 31, Emilia-Romagna 21, Friuli Venezia Giulia 19, Lazio 23, Liguria 10, Lombardia 23, Marche 28, Molise 9, Piemonte 23, Provincia di Bolzano 31, Provincia di Trento 25, Puglia 25, Sardegna 12, Sicilia 40, Toscana 28, Umbria 21, Valle d'Aosta 30, Veneto 15.

"La bassa incidenza va rafforzata con il fatto che tutte le regioni sono sotto il 50% e quindi la previsione che qualche giorno fa abbiamo fatto di arrivare a fine giugno con tutte le regioni in zona bianca è una previsione che, stante l'attuale andamento, riteniamo si possa verificare", ha spiegato ancora Brusaferro. "Sarà reso disponibile il nuovo rapporto Iss sulle varianti - ha aggiunto -. Il dato che pubblicheremo indica una larghissima circolazione della variante alfa, ovvero la inglese, c'è circolazione della variante brasiliana ma fortunatamente la variante delta indiana è contenuta sotto l'1% cosi come la nigeriana". 

Le regioni confermate

Sono pertanto confermate in zona bianca Abruzzo, Liguria, Umbria, Veneto, Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.

Bianche dal 14 giugno

Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Piemonte, Puglia e provincia di Trento da lunedì 14 giugno saranno in zona bianca avendo mantenuto l'incidenza sotto i 50 per tre settimane consecutive.

Bianche dal 21 giugno

Dovranno invece aspettare un'altra settimana - sempre che mantengano il dato sotto i 50 -  Calabria, Campania, Marche, Provincia autonoma di Bolzano, Sicilia, Toscana e Basilicata. 

Bianche dal 28 giugno

La Val d'Aosta sarà l'ultima regione a diventare bianca: lo sarà dal 28 giugno.

Zona bianca, cosa si può fare

In zona bianca cessano quasi tutte le restrizioniResta l'obbligo delle mascherine e del distanziamento. Al ristorante e al bar nessun limite alle tavolate all'esterno. Massimo sei persone al tavolo al chiuso. Cessano le restrizioni sul numero di persone che si possono portare a casa. Resta il limite ai non conviventi che possiamo trasportare in auto (qui le regole). Per i banchetti dopo cerimonie civile o religiose serve il green pass.