L’Italia si tingerà di bianco, con la sola eccezione della Val d’Aosta, dal 21 giugno. Sempre che il calo del contagio (che prosegue costante con un -27% dei casi nell’ultima settimana) non inverta la rotta. Con i dati di ieri, infatti, tutte le regioni italiane eccetto la Val d’Aosta sono scese a un’incidenza sotto la soglia di rischio dei 50 casi settimanali per 100mila abitanti. Per legge servono tre monitoraggi consecutivi sotto soglia per consentire a una regione di guadagnarsi lo scenario con minori restrizioni, senza coprifuoco.