Roma, 4 giugno 2021 - Oggi, come ogni venerdì, cambiano i colori delle regioni e altre quattro si aggiungeranno in zona bianca a partire da lunedì a Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia: si tratta di Veneto, Abruzzo, Liguria e Umbria. Queste 4 regioni infatti hanno un'incidenza settimanale di casi ogni 100mila abitanti sotto i 50 che è l'unico criterio previsto dal Dl riaperture di maggio per l'ingresso nella fascia bianca, quella con meno restrizioni. La probabilità di recrudescenza - dice il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza - "è bassa ma è giusto continuare a mantenere una certa prudenza. Primo perché abbiamo visto quello che sta succedendo nel Regno Unito dove la variante indiana sembra avere una trasmissibilità maggiore rispetto a quella inglese. E poi perché se cambiassimo" atteggiamento si "creerebbero le condizioni" per far ripartire il contagio.

Coprifuoco da domani a mezzanotte, ma non per tutti

Covid, il bollettino del 5 giugno

Vaccino Covid Italia: 600mila vaccinazioni in un giorno

Green Pass, svolta Garavaglia: "Fare come la Francia: aprire ai vaccinati da subito"

I nuovi colori delle regioni dal 7 giugno

Sommario

Zona bianca: quanti in macchina. Le nuove Faq

Zona bianca, il calendario di giugno

Indice Rt a 0.68

Con le nuove regole il famoso Indice Rt ha meno importanza nello stabilire il colore delle regioni, ma è sempre indicativo per valutare l'andamento della curva epidemica. E per la quarta settimana consecutiva è ancora in calo. Questa settimana si assesta a 0.68, contro lo 0.72 della settimana precedente.

L'incidenza

"La curva sta decrescendo a livello europeo e il dato italiano mostra anche una decrescita e il numero di caso è in diminuzione. L'incidenza è di 32 casi su 100mila abitanti e tutte le regioni sono sotto il valore di 50 casi su 100mila abitanti". Lo ha detto il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro. "Con l'inizio delle vaccinazioni c'è stata un'immediata decrescita dei casi in ogni fascia di popolazione. La stessa cosa vale per le ospedalizzazioni, la mortalità e gli ingressi in terapie intensiva. L'impatto delle vaccinazioni è quindi significativo e le vaccinazioni sono protettive", ha sottolineato Brusaferro. 

Vacanze: green pass e tamponi. Ecco cosa serve

Visite a parenti e amici: le differenze tra zona bianca e gialla

Matrimoni, le regole: dal numero di invitati a tavola al tampone

Il monitoraggio Iss-ministero

Questa settimana, nessuna Regione supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è sotto la soglia critica (12%), con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 1.323 (25/05/2021) a 1.033 (31/05/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente (11%). Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 8.577 (25/05/2021) a 6.482 (31/05/2021). Tutte le Regioni sono classificate a rischio basso. Tutte hanno un Rt medio inferiore a 1 e quindi una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo uno.

La mappa attuale dei colori

(fino al 6 giugno)

Zona bianca: Sardegna, Molise, Friuli Venezia Giulia

Zona gialla: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, PA Bolzano, PA Trento, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle Aosta, Veneto.

Zona bianca, cosa si può fare

In zona bianca vengono meno praticamente tutte le restrizioni, a partire dal coprifuoco. Restano solo l'obbligo della mascherina e del distanziamento sociale. Le discoteche restano chiuse per l'attività del ballo. E' di ieri sera il compromesso su quante persone possono sedersi al tavolo del ristorante: nessun limite all'esterno, massimo 6 all'interno.

Vaccinati Covid in Italia oggi: la dashboard in tempo reale