Venerdì 12 Aprile 2024

Volontari inglesi condannati a morte

Migration

La Corte suprema dell’autoproclamata repubblica di Donetsk ha condannato a morte i due combattenti del Regno Unito e uno del Marocco catturati dalle forze russe. I britannici Aiden Aslin (foto), 28 anni, e Shaun Pinner, 48 anni, e il marocchino Saaudun Brahim sono comparsi ieri davanti al tribunale della Repubblica popolare di Donetsk, controllata da forze filo-russe, per rispondere all’accusa di essere mercenari. Ma le famiglie dei due britannici hanno più volte detto che erano arruolati nell’esercito ucraino e che dovrebbero essere trattati come prigionieri di guerra. Le famiglie dei due ex militari britannici denunciano il processo come uno show "in violazione della Convenzione di Ginevra". Mentre l’ex ministro Tory Robert Jenrick, deputato del collegio di uno dei due, accusa "le autorità russe" di averne strumentalizzato "in modo completamente vergognoso" la cattura. Ma spera che possano essere oggetto di uno scambio di prigionieri.

I "mercenari" britannici e marocchino hanno il diritto di chiedere la grazia. Lo ha affermato il tribunale dei separatisti filorussi.