Caro Direttore, un articolo uscito sul suo giornale e firmato da Massimo Donelli critica il mio invito a riaprire quanto prima i ristoranti la sera perché si tratterebbe di un tardivo ripensamento manifestato poco prima di lasciare il mio incarico di viceministro. Non è così. Le chiusure serali sono state stabilite per limitare la circolazione e i possibili assembramenti nei mesi difficili che abbiamo vissuto, non certo perché la cena è di per sé più pericolosa del pranzo. Ma io in questi mesi, già dall’inizio di ottobre, ho sempre pubblicamente auspicato che i ristoranti potessero riaprire anche la sera non appena fosse stato possibile.

Pierpaolo Sileri