Tegola sul governo Tory di Boris Johnson. Il ministro della Sanità, Matt Hancock, figura chiave durante la pandemia, ha annunciato le dimissioni dopo le immagini pubblicate venerdì dal Sun d’un abbraccio con la presunta amante Gina Coladangelo. Al suo posto un veterano del governo Tory di origini familiari pachistane, già cancelliere dello Scacchiere e ministro dell’Interno, Sajid Javid. Hancock era sotto tiro non tanto per "la vicenda personale", ma per aver fatto assumere mesi fa la donna – sposata e con figli come lui – quale consulente del ministero. E per aver violato le regole Covid che al momento dell’abbraccio – ripreso il 6 maggio – imponevano ancora il distanziamento da persone non conviventi o estranee alla cerchia familiare. La scena era stata immortalata da una telecamera a circuito chiuso. Dopo ore di silenzio, il ministro si era scusato. Mentre la regina Elisabetta pochi giorni fa lo aveva definito "poverino" ("poor man") per l’ingrato compito di dove gestire i dossier della sanità sotto l’ombra di un’epidemia epocale.