Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 mag 2022

Rocco Morabito, confermata l'estradizione. Chi è il super boss della 'Ndrangheta

Nel 2019 è riuscito a evadere qualche giorno prima della sua consegna alle autorità italiane. Era uno dei criminali più ricercati al mondo

25 mag 2022
This HO picture released by Italian police shows 'Ndrangheta boss Rocco Morabito pictured after his capture in Montevideo, Urugay, 04 September 2017.  'Ndrangheta boss Rocco Morabito, fugitive since 23 years, was wanted by Italian and internationa police in many countries of South America where he had many narco businnes.
ANSA/POLIZIA EDITORIAL USE ONLY
.
Rocco Morabito (Ansa/Polizia)
This HO picture released by Italian police shows 'Ndrangheta boss Rocco Morabito pictured after his capture in Montevideo, Urugay, 04 September 2017.  'Ndrangheta boss Rocco Morabito, fugitive since 23 years, was wanted by Italian and internationa police in many countries of South America where he had many narco businnes.
ANSA/POLIZIA EDITORIAL USE ONLY
.
Rocco Morabito (Ansa/Polizia)

Brasilia, 25 maggio 2022 - La prima sezione della Corte suprema federale del Brasile ha confermato l'estradizione in Italia del narcotrafficante della 'Ndrangheta Rocco Morabito, uno dei criminali più ricercati al mondo. Lo ha riportato l'Agência Brasil. Il boss Morabito era stato arrestato nel maggio dello scorso anno dalla Polizia federale a João Pessoa e poi trasferito al penitenziario Federale di Brasilia, dove è da allora detenuto. 

Lo stesso massimo tribunale aveva già approvato l'estradizione a marzo, ma ieri ha ribadito la sua decisione respingendo un ricorso dei legali della difesa che avevano sostenuto l'illegalità delle procedure. I giudici hanno votato all'unanimità il rigetto dell'istanza. Ora il governo federale sarà incaricato di consegnare il boss alle autorità italiane. Nella sentenza la Corte suprema ha ricordato alle autorità italiane che devono essere rispettati alcuni requisiti previsti dalle leggi brasiliane, come la sottrazione da un'eventuale condanna della detenzione scontata in Brasile e l'applicazione di una pena massima di 30 anni di carcere. In Italia Morabito è stato ripetutamente condannato per un totale di oltre 100 anni di reclusione per casi di traffico internazionale di droga: in particolare deve scontare condanne inflittegli dalle Corti d'appello di Palermo, Milano e Reggio Calabria e rese definitive dalla conferma da parte della Corte di cassazione. 

Rocco Morabito, classe 1966, originario di Africo, è un capo della 'Ndrangheta di altissimo livello ed era il secondo latitante più ricercato d'Italia (dopo Matteo Messina Denaro) prima della sua cattura. E' diventato conosciuto a livello internazionale durante gli anni Novanta, quando è stato accusato di aver trasportato in Italia 500-600 chili di cocaina in due occasioni. Non per caso, all'epoca lo definivano il re della cocaina di Milano. Morabito è riuscito a scappare in Sud America, da dove ha gestito un gigantesco traffico di droga verso l'Italia sotto la falsa identità di Francisco Antonio Capeletto Souza. Il boss è stato catturato (la prima volta) nel 2017 in Uruguay dopo 23 anni di latitanza. Nel 2019 il tribunale d'appello in Uruguay ha già autorizzato l'estradazione per l'Italia, ma qualche giorno prima della sua consegna alle autorità italiane è riuscito ad evadere insieme ad altri tre detenuti. Alla fine viene arrestato di nuovo il 24 maggio 2021, questa volta in Brasile, in un'operazione congiunta che ha visto la partecipazione della Polizia federale, il Ros (Raggruppamento operativo speciale), lo Scip (Servizio di cooperazione internazionale di polizia), l'Fbi e la Dea. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?