15 mag 2022

Livorno, come funziona l'unico rigassificatore offshore italiano

Intervista all'aministratore delegato della società Olt, l'ingegner Giovanni Giorgi

dall'inviato tommaso strambi
Cronaca
featured image
Giovanni Giorgi, ad di Olt

Livorno, 15 maggio 2022 - Razionamento dei consumi, solidarietà tra i Paesi Ue colpiti, tetto al prezzo e interventi contro la speculazione: sono alcuni degli elementi del piano di emergenza della Ue nel caso la Russia interrompesse bruscamente la fornitura di gas dell'Unione Europea. Un piano che verrà presentato mercoledì prossimo a Bruxelles e che prende il nome di RepowerEu. Ma l'Italia come si sta adoperando per affrancarsi dalla dipendenza energtica dalla Russia? Implementando nuovi accordi con altri Paesi fornitori. Ma per garantire l'afflusso serve implementare inannzitutto il sistema infrastrutturale per accogliere le nuove provviste di gas. Molti dei Paesi con cui l'Italia sta chiudendo accordi possono rifornici attraverso il gas naturale liquefatto (Lng). E per questo servono i rigassificatori. Attualmente in Italiano ne sono attivit tre. Uno a Rovigo (una piattaforma artificiale), uno nel Golfo della Spezia (a Panigaglia) e un terzo offshore al largo della costa tra Livorno e Pisa. Quest'ultimo è l'unico impianto in Italia in mare aperto  che sfrutta una tecnologia particolare fondata su un'ex nave metaniera riconvertita ed ancorata a oltre 120 metri di profondità attraverso sei punti di ancoraggio che ne consentono anche di ruotare per garantire il miglior attracco alla nave rifornitrice. A gestire l'impianto "Fsru Toscana" è la società Olt Offshore Lng Toscana, guidata dall'amministratore delegato, l'ingegner Giovanni Giorgi. Ingegner Giorgi, in questo contesto di guerra, con le pressioni sul mercato delle forniture di gas e la necessità dell'Italia di diversificare le piazze di approvvigionamento, qual è il contributo del rigassificatore "Fsru Toscana"  "Fsru Toscana sta lavorando a pieno regime, scaricando una nave a settimana circa, dall’inizio dell’anno. Al momento, il Terminale Olt è prenotato fino a fine settembre. Ragionevolmente, dovremmo mantenere questo trend fino alla fine dell’anno, questo significherebbe il 100% della nostra capacità di rigassificazione, ovvero 3.75 mld di metri cubi; più o ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?