1 apr 2022

Prof no vax a scuola senza insegnare Impiegati in laboratori e biblioteche

L’ex ministro Azzolina in allarme per i contratti al personale non Covid "Mancano i soldi"

L’ex ministra Lucia Azzolina, 39 anni
L’ex ministra Lucia Azzolina, 39 anni
L’ex ministra Lucia Azzolina, 39 anni

"I prof che non si sono vaccinati potranno essere utilizzati "per il servizio di biblioteca e documentazione, l’organizzazione di laboratori, il supporto nell’utilizzo degli audiovisivi e delle nuove tecnologie informatiche, le attività relative al funzionamento degli organi collegiali, dei servizi amministrativi e ogni altra attività deliberata nell’ambito del progetto d’istituto". Così una circolare del ministero dell’Istruzione fa luce sul caos nato dopo la scelta con la fine dello stato di emergenza di riammettere i docenti no vax al lavoro ma non in classe. Nella nota ai dirigenti scolastici e agli Uffici scolastici regionali, "per quanto concerne la determinazione dell’orario di lavoro", il ministero chiarisce che "la prestazione lavorativa dovrà svolgersi su 36 ore settimanali, al pari di quanto previsto per i lavoratori temporaneamente inidonei all’insegnamento nonché per tutto il personale docente ed educativo che a vario titolo non svolge l’attività di insegnamento ma viene impiegato in altri compiti".

Dopo il comunicato delle ultime ore da parte della Flc Cgil che denunciava l’insufficienza dei fondi sui contratti dell’organico Covid (polemizzando sulle spese militari), arriva il commento su facebook dell’ex ministra Lucia Azzolina: "I soldi per il cosiddetto personale Covid a scuola non sono sufficienti a prorogare tutti i contratti. L’allarme lanciato da docenti e ata, che arriva da diversi territori, è grave. Sono stati sbagliati i conti e qualcuno se ne accorge solo il 31 di marzo? E che succede adesso? Ci saranno insegnanti senza contratto? Saranno sostituiti dai docenti non vaccinati che rientrano a scuola ma che secondo l’ultimo decreto non possono svolgere attività didattica? La confusione regna sovrana". E ancora: "I docenti non vaccinati saranno trattati come inidonei e quindi presteranno servizio per 36 ore invece che per 18? Il tempo è praticamente scaduto, si rimetta mano a quel testo, ma con un minimo di cognizione".

red. int.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?