Previsioni meteo, arriva il gelo. Neve sulla spiaggia a Jesolo (foto Ansa)

Milano, 24 febbraio 2018 - La quiete prima della tempesta. Le previsioni meteo confermano che, dopo qualche ora di tregua dal maltempo, irromperà sull'Italia il Buran (detto gergalmente Burian). Un 'missile' di aria gelida proveniente dalla Siberia che porterà nevicate fino in pianura e sulla costa, forti venti gelidi e giornate di ghiaccio: le temperature caleranno fino a 10 gradi al di sotto della media. Le temperature, a inizio settimana, potrebbero anche toccare i 20 gradi sottozero sull'Appennino. Colonnina di mercurio a livelli polari sulle Alpi. Ai margini di questa eccezionale ondata di gelo solo l'estremo sud. Si tratterà di un evento eccezionale, forse "storico", interessante - afferma 3bmeteo.com - anche dal punto di vista scientifico.

VERSO IL TRACOLLO TERMICO - Oggi "a causa dell'insistente presenza di un vortice di bassa pressione - spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo - arriveranno ancora piogge su gran parte del Centro Sud e a inizio giornata anche nell'estremo Nord Ovest, qui con nevicate sui rilievi a quote collinari seppur in lieve rialzo rispetto agli ultimi giorni. In questo contesto le temperature rimarranno nella norma o leggermente al di sotto delle medie stagionali, con un freddo normale per il periodo e quindi non particolarmente intenso". Ma, come detto, è una giornata di transizione. Già dalla notte si presenterà sulla Penisola la sciabolata russa. Tra la fine di domenica e la giornata di lunedì i fiocchi di neve, oltre alle coste centrali adriatiche, si spingeranno fino alle città di Roma e Napoli, interessando anche i litorali del Lazio e della Campania", sottolineano i meteorologi.

Neve a Roma? Possibile con Burian. Ecco quando

IL PUNTO SUL PRIMO GIORNO DI GELO - Domenica sarà una giornata di maltempo in particolar modo al Centro Sud, con il limite delle nevicate destinato ad abbassarsi sensibilmente: sin dal mattino la neve arriverà fin quasi alle coste su Romagna e Marche; da metà giornata neve fino in pianura su Toscana, Umbria e Abruzzo, dalla sera anche su nord del Lazio, Molise e nord della Puglia. Nella notte tra domenica e lunedì neve fino in pianura in tutto il Lazio, con fiocchi anche sulla Capitale, e neve fino in costa anche su Abruzzo, Molise e Puglia garganica.

Previsioni meteo, temperature: verso i -10° con il Burian. L'Appennino rischia i -25°

Meteo, neve anche a Jesolo. Buran alle porte

Al Sud limite delle nevicate in calo dalla sera fin verso i 200-400 metri tra Campania e Basilicata, oltre i 900-1.400 metri su Calabria e nord-est della Sicilia. Al Nord cielo nuvoloso, con fiocchi di neve sparsi o deboli nevicate più probabili al mattino, specialmente nelle aree pedemontane e prealpine. Qualche fiocco di neve si spingerà anche in costa sulla Liguria centro-orientale; dal pomeriggio i fenomeni, molto deboli, resteranno confinati alle zone prealpine e a quelle adiacenti all'Appennino. Temperature in diminuzione ovunque, particolarmente sensibile al Nord e nelle regioni centrali adriatiche. Da metà giornata al Nord i valori si porteranno ovunque gradualmente al di sotto dello zero. Venti gelidi da nord-est in sensibile rinforzo al Centro-Nord e sul Mare Adriatico: le raffiche potranno raggiungere i 100 km/h sull'alto Adriatico.

Previsioni meteo, neve e Buran. Autostrade: "Ecco le tratte a rischio da domenica"

BOLOGNA, SALE SPECIALE - Il Comune di Bologna si prepara allo 'choc termico' delle prossime ore con un 'sale speciale', che può sciogliere il ghiaccio fino a 30 gradi sotto zero: 60 tonnellate, pronte per essere sparse, in caso di necessità, nei punti più critici della viabilità cittadina, come rotonde, cavalcavia, punti di assistenza sanitaria in collina. Si tratta di una composizione che al cloruro di sodio aggiunge il cloruro di calcio e grazie alla sua capacità di assorbire le molecole di acqua, garantisce l'efficacia anche per climi estremi. Si aggiunge al sale 'normale'.

TUTTA EUROPA TRAVOLTA - Francesco Nucera di 3bmeteo.com segnala che l'ondata di gelo "sarà particolarmente intensa in Europa" e "per molte Nazioni d'Europa potrebbe trattarsi di un evento particolarmente notevole per estensione (gran parte d'Europa), durata (almeno una settimana) ed intensità (temperature sotto media anche di 15°C su molte Nazioni Oltralpe). Sono attese temperature molto basse su molto Stati con valori che non andranno sopra lo zero anche di giorno. Gelo e neve potranno dunque creare disagi su molti Stati come Germania, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Gran Bretagna e ovviamente tutta l'Europa orientale, Scandinavia".

image

PAURA PER I SENZATETTO - Intanto un appello per la protezione, in tutta Italia, dei senza dimora, arriva dal presidente della Comunità di Sant'Egidio, Marco Impagliazzo: "Non aggiungiamo al gelo anche l'indifferenza, che è il primo nemico di chi vive per strada: invitiamo tutti a prestare attenzione a chi passiamo accanto ogni giorno, nelle vie delle nostre città, senza fermarci". Sant'Egidio lancia una raccolta straordinaria di coperte, cappelli di lana, sacchi a pelo ed altri generi di conforto per affrontare il gelo. Saranno distribuiti durante le cene itineranti, che la Comunità svolge durante tutto l'anno portando bevande e pasti caldi, e che in questi giorni verranno moltiplicate. "Ma accanto a questa mobilitazione della società civile - osserva Impagliazzo - è necessario che si diano da fare anche le istituzioni aprendo con urgenza nuovi ripari notturni. Occorre allargare la rete di protezione sociale per i più fragili, ancora troppo debole nelle nostre città, in modo da evitare nuovi drammi, non solo del freddo, ma dell'esclusione". Il Comune di Milano ha potenziato i posti letto nei rifugi per i senzatetto, che durante il fine settimana saranno 2.700.

Maltempo a Rimini, padre e figlio salvati nel sottopasso allagato / VIDEO

CAPPOTTI PER I VITELLI E TORCE ANTIGELO - Dai cappotti per i baby vitellini alle coperte per le verdure fino alle torce anti gelo per i vigneti. Nei campi e nelle stalle d'Italia è iniziata la corsa alle difese contro l'assalto del freddo siberiano. È quanto riporta la Coldiretti nel sottolineare che è allarme nelle campagne per salvare piante e animali da Burian. Gli allevatori stanno mettendo i cappotti ai vitellini e hanno acceso le lampade termiche a luce rossa, mentre l'acqua negli abbeveratoi - spiega la Coldiretti - viene scaldata fino a una temperatura di 20 gradi oppure lasciata sgocciolare per evitare il congelamento delle tubature e i rubinetti sono foderati in modo che il ghiaccio non blocchi le valvole di apertura. Inoltre il pasto degli animali è stato rinforzato per garantire una razione supplementare di energia e calorie. A rischio anche gli impianti di irrigazione nelle serre con il congelamento dell'acqua; per questo le tubature vengono svuotate, mentre le piantine di verdura sono difese con un doppio strato di coperte. Negli uliveti sono state sospese le potature e protette le ferite mentre per i vigneti - sottolinea la Coldiretti - ci si sta preparando ad accendere fuochi e torce anti gelo per creare uno scudo di aria tiepida che protegga le piante dall'assalto del ghiaccio, in modo da rimescolare l'aria ed evitare che il freddo ristagni al suolo. In Liguria - continua la Coldiretti - la maggior parte delle mimose per la festa delle donne l'8 marzo è stata già raccolta per sottrarla alla morsa del gelo, ma si teme per i fiori ancora rimasti sui rami.