Nove mesi di validità dalla data del completamento del ciclo vaccinale. Escono fuori dettagli sulla "certificazione verde Covid-19". I dettagli sono contenuti nel testo finale del nuovo decreto legge Covid, firmato ieri sera dal capo dello Stato. Il testo dispone inoltre che il "green pass" sia rilasciato "anche...

Nove mesi di validità dalla data del completamento del ciclo vaccinale. Escono fuori dettagli sulla "certificazione verde Covid-19". I dettagli sono contenuti nel testo finale del nuovo decreto legge Covid, firmato ieri sera dal capo dello Stato. Il testo dispone inoltre che il "green pass" sia rilasciato "anche contestualmente alla somministrazione della prima dose di vaccino" e che sia valido dal quindicesimo giorno dopo la somministrazione fino "alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale".

Intanto la pandemia continua a rallentare in Italia, così come la pressione sugli ospedali. Ma il numero di morti resta ancora alto. I positivi al Covid registrati nelle ultime 24 ore sono stati 4.452, secondo i dati del ministero della Salute. Si tratta di un aumento in termini assoluti rispetto ai numeri di lunedì, quando si erano registrate 3.455 positività, ma a fronte di un numero molto più elevato di tamponi: 262.864 contro 118.924, in pratica sono più che raddoppiati tra lunedì e ieri.

Come conseguenza, il tasso di positività è sceso vertiginosamente, dal 2,9% all’1,7%. Il numero delle vittime, invece, non cala: ieri i morti registrati in Italia sono stati 201, in risalita rispetto ai 140 di lunedì.

In tutta Italia i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono ora 1.689: continua il calo progressivo, stavolta di 65 unità nel giro di 24 ore. Scende anche il numero dei ricoverati con sintomi, che ora sono in tutto 11.539, 485 in meno rispetto al giorno precedente.

E la campagna vaccinale continua: sono state somministrate finora oltre 28 milioni di dosi di vaccino (il 15,05% degli italiani ha completato il ciclo).