7 mag 2022

Password addio, arriva la svolta Ecco le regole per la sicurezza in Rete

L’intesa tra Apple, Google e Microsoft: lo smartphone servirà per autenticarsi. Il nuovo protocollo entro il 2023

luca bolognini
Cronaca

di Luca Bolognini Un unico dito per dominare tutte le password. Apple, Microsoft e Google vogliono darci il potere del Signore (digitale) degli anelli. Le tre big si sono infatti unite nel titanico sforzo di eliminare quasi del tutto le assurde combinazioni di numeri, lettere e simboli che ci permettono di accedere a social, app e servizi sul web. Questo significa che entro il prossimo anno, secondo i piani dei colossi Usa, l’autenticazione senza password potrebbe essere una realtà su tutti i pc e smartphone che utilizzano i sistemi iOS (Apple), Android (Google) e Windows (Microsoft). COME FUNZIONA Ma questo cosa significa concretamente? Agli utenti verrà data la possibilità di scegliere il proprio telefono come dispositivo di autenticazione principale. Sarà quindi sufficiente sbloccare lo smartphone (digitando il codice Pin, disegnando una linea sullo schermo o utilizzando l’impronta digitale) per accedere ad app e servizi web (come negozi online o siti di streaming) senza la necessità di inserire altre password. Il tutto grazie all’uso di un token crittografico univoco chiamato ‘passkey’, che viene condiviso tra il telefono e il sito Internet che stiamo visitando. LA FILOSOFIA "Così come disegniamo i nostri prodotti in modo che siano intuitivi e intelligenti, li progettiamo anche – spiega Kurt Knight, direttore senior del marketing di Apple – per essere sicuri e garantire più privacy. Lavorare tutti assieme per creare nuovi metodi di accesso che offrano una migliore protezione ed eliminino le vulnerabilità delle password è fondamentale". PIÙ SICUREZZA Accedere al web utilizzando il proprio smartphone dovrebbe infatti essere più semplice e a prova di malintenzionati. Senza password non dovremo più ricordare centinaia di chiavi di accesso, eliminando di fatto il rischio che si crea quando per pigrizia utilizziamo la stessa identica chiave d’accesso per tutti i servizi a cui siamo abbonati o inseriamo codici degni di Balle Spaziali, come ‘123456’ che ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?