La legge francese che impone l’obbligo di vaccinarsi ai vigili del fuoco e ad altre categorie, come i medici, per ora resiste agli attacchi di chi vorrebbe essere esentato. La prova del nove è arrivata dalla Corte dei diritti umani che ha respinto la richiesta di 672 pompieri

professionisti e volontari di imporre al loro Paese una serie di misure "urgenti" contro la legge emanata il 5 agosto per gestire l’emergenza sanitaria creata dal Covid. I vigili del fuoco chiedevano alla Corte di Strasburgo di ordinare alla Francia di sospendere l’obbligo.