Roma, 2 dicembre 2020 - Le previsioni meteo ci avevano avvertito: arriva la neve a bassa quota. E da Torino a Nuoro, passando per Bologna (in allerta arancione), i fiocchi sono arrivati. Era prevista anche l'acqua alta a Venezia, tanto che il sindaco Brugnaro ha fatto sollevare il Mose stamattina, ma la città è all'asciutto. Nevica anche in Lombardia, con Milano imbiancata.

Previsioni del tempo, altra neve in arrivo al Nord

Tutte le notizie di meteo

Allerta gialla in Piemonte

L'Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa) ha emesso una allerta gialla per le zone meridionali della regione. La bassa pressione, in discesa dalla Danimarca, ha portato da ieri a un peggioramento del tempo. Le nevicate più consistenti nel Cuneese: 15-20 centimetri a Borgo San Dalmazzo, 10 ad Alba. Imbiancata anche Cuneo città. Fiocchi bianchi anche nell'Astigiano, nel Torinese e nell'Alessandrino. E' prevista una graduale attenuazione dei fenomeni, con un temporaneo miglioramento da domani associato però a gelate al primo mattino.

Prima neve a Bologna

Primi fiocchi di neve su Bologna. Questa mattina la città si è svegliata sotto una leggera nevicata che non ha provocato particolari disagi. Secondo il bollettino le precipitazioni proseguiranno, con diverse intensità, per l'intera giornata di oggi su tutto il territorio regionale. Il Comune di Bologna informa che, come da Piano Neve, "sono usciti 35 mezzi spargisale (soprattutto in collina ma qualcuna anche in pianura) e 50 lame in collina" e raccomanda prudenza alla guida.

false

Sull'Appennino modenese sono caduti in media oltre 30 centimetri di neve, con mezzi spartineve e spargisale della Provincia usciti sin dalle prime ore per garantire viabilità sulle strade.

Toscana, neve sui passi appenninici

La Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze segnala nevicate sui passi appenninici, in particolare nelle zone del Mugello e alto Mugello. Possibili criticita' per quanto riguarda la viabilità di competenza. Sono in corso interventi degli operatori metropolitani con mezzi spalaneve e spargisale.

Pistoia: neve a bassa quota, alcuni tir restano bloccati

Milano imbiancata (e trafficata)

Prima nevicata anche a Milano, e, nonostante il lockdown, è tornato anche il traffico, soprattutto nelle vie centrali della città. Si è svegliato così il capoluogo lombardo, con un primo nevischio accennato in mattinata, che è diventato man mano una fioccata abbondante. Complice la riapertura di qualche attività e la scelta di rinunciare ai mezzi pubblici, alle bici o ai motorini a causa delle condizioni del tempo, sono tornate anche le code di auto. Da mesi ormai non si vedevano incolonnamenti soprattutto lungo la cerchia dei Bastioni e la circonvallazione interna.

image

Europa League, Milan-Celtic: l'allenamento dei rossoneri sotto il nevischio

Milano, lezioni sotto la neve davanti al Severi contro la Dad

Trentino: neve sull'Autobrennero

In attesa delle abbondanti nevicate previste nel fine settimana, stamattina i primi fiocchi bianchi sono caduti nelle località del Trentino di mezza montagna, ovvero attorno ai 500-600 metri. Nevica sull'autostrada A22 del Brennero nel tratto tra Vipiteno e il confine di Stato del Brennero: le corsie sono bagnate. La neve sta cadendo con maggior intensità in alcune zone della provincia di Trento, dalla Valsugana alle Giudicarie. Già diversi gli interventi dei soccorritori a seguito di autovetture rimaste bloccate che non avevano catene a bordo o pneumatici invernali.

Trieste: chiusi i parchi per Bora

Trieste si è svegliata questa mattina con forte vento di Bora e con la neve che ha imbiancato l'altipiano carsico. Il rischio ora è la formazione di ghiaccio, considerando le temperature in rapida discesa. Il Comune di Trieste ha deciso di chiudere al pubblico, solo per oggi, i giardini e i parchi recintati. Inoltre invita i cittadini a prestare massima attenzione nel percorrere le vie ripide che collegano la città all'altipiano. Da questa mattina sono in azione anche i mezzi spargisale.

Venezia, Mose in azione

Il Mose è stato sollevato stamane a Venezia per proteggere la città dall'acqua alta che in mare raggiungerà una massima di circa 120 centimetri - previsione rivista rispetto agli iniziali 130 - verso le 10.45. Con il sistema sollevato attualmente, spiega il Centro maree del Comune, il livello dell'acqua è di 107 cm oltre le dighe, i 60 invece nella laguna interna, ovvero la minima toccata verso le 5, e la città storica è quindi all'asciutto. Più importante il fenomeno a Chioggia, dato che soffia vento di bora, non di scirocco: oltre le barriere del Mose il mare è a 111 cm, in città il livello è a 90 cm. 

E mentre a Venezia piove, vevica nel resto del Veneto: la precipitazione è un po' più intensa nelle province di Verona e Vicenza. La nevicata è iniziata nelle ore centrali della notte e all'alba molte città mostravano già un leggero strato bianco. Verso il mattino i fiocchi si sono tramutati in nevischio, e sulle strade la neve si sta sciogliendo. Nessun problema per il traffico. Autostrade e arterie principali, segnala la Polstrada, sono tutte transitabili, grazie all'entrata in funzione di mezzi spazzaneve e spargisale.

Maltempo peggiora in Campania

Non nevica al Sud, ma la perturbazione che sta interessando la Campania si intensificherà a partire da questo pomeriggio, dando luogo ad un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo. Il Centro Funzionale della Protezione civile della Regione ha esteso e ampliato l'allerta meteo: dalle 20 di oggi e fino alle 18 di domani sarà quindi in vigore l'allerta arancione per le zone 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 2 (Alto Volturno e Matese), 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), 5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana Sele e Alto Cilento) e 8 (Basso Cilento). Per le altre zone sarà in vigore l'allerta gialla.
Fino alle 20 di stasera resta in vigore l'avviso emanato ieri con criticità idrogeologica di colore arancione sulle zone 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 2 (Alto Volturno e Matese) e 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), gialla sul resto della regione.

Ghiaccio nel Nuorese

Allerta per neve e ghiaccio in Sardegna nella notte di mercoledì e per tutta la giornata di giovedì, comunica la direzione regionale della Protezione civile. Sul Gennargentu tenuti sotto osservazione i passi di "Corre 'e Boi", "Jenna Silana" e "Tascusi' ". L'allarme è esteso anche sull'altipiano di "Campeda", nel tratto tra Macomer e Bonorva della Carlo Felice.

Bitti, carabinieri salvano un uomo

Due carainieri hanno salvato un uomo di 70 anni, aggrappato a un palo dell'illuminazione mentre cercava di resistere all'acqua e ai detriti che scorrevano verso la valle, durante l'alluvione che ha colpito Bitti (Nuoro) nei giorni scorsi. Andrea Torracca ed Enrico Cabitza, intervenuti per una chiamata di soccorso, nel centro del paese, tra detriti, fango e macchine trasportate dalla forza dell'acqua hanno intravisto l'anziano e, prima che fosse trascinato via, lo hanno raggiunto a piedi e messo in salvo. L'intervento dei due militari, reso noto solo oggi, ha ricevuto il plauso e la riconoscenza della cittadinanza e dell'amministrazione comunale di Bitti.