Roma, 5 settembre 2018 - Gelati per i migranti a Rocca di Papa. A mandarli è Papa Francesco, attraverso il cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere del pontefice, che ha fatto visita oggi al Centro "Mondo Migliore". Il cardinale si è fermato a pranzo portando per tutti gli ospiti presenti dei gelati. "È la benedizione del Santo Padre per loro", ha detto il cardinale al Sir, agenzia di stampa cattolica, spiegando il motivo della visita. Dei 100 migranti arrivati dalla Nave Diciotti e presi in carico dalle diocesi italiane ne sono rimasti 35. Otto partiranno già questo pomeriggio per Torino. Per venerdì è previsto che tutti siano partiti per le destinazioni fissate dalla Cei.

Il Papa, con l'invio dei gelati, ha voluto dare un saluto "soprattutto per quelli che partono. L'augurio è che trovino qui, in Italia, dappertutto, un cuore cristiano generoso e che si possano sentire finalmente a casa". Accolto dai bambini, con grida di gioia e benvenuto, il cardinale - riferisce il Sir - ha donato a tutti i presenti un'immagine di Papa Francesco e dei gelati per fare festa. "Non vogliono raffreddare i cuori", ha detto scherzando: "Tutto il contrario. Sono un piccolo segno della carezza del Papa per loro". A dare il benvenuto al cardinale Krajewski, c'erano don Francesco Soddu, direttore della Caritas Italiana, e Angelo Chiorazzo, fondatore della cooperativa "Auxilium" che gestisce l'accoglienza dei migranti al Centro.

Intanto oggi sono usciti i nuovi dati sugli sbarchi: nell'agosto di quest'anno se ne sono registrati il 65,4% in meno, passando da 4.317 migranti arrivati sulle coste italiane nello stesso mese del 2017, ai 1.491 di quest'anno. A fornire l'aggiornamento è il Viminale. "Il dato di un anno fa - commenta il ministro dell'Interno Matteo Salvini - faceva dire al Pd 'abbiamo fermato gli sbarchi, l'emergenza è finita'. Col nostro governo stiamo dimostrando che si può fare di più e meglio. E ora vogliamo moltiplicare le espulsioni. Dalle parole ai fatti".