Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 mag 2022

Mangiare rende felici. Fidatevi del 59% degli italiani

19 mag 2022
ciro
Cronaca

Ciro

Vestita

Per dirla con Feuerbach: noi siamo ciò che mangiamo, e quindi se fin dall’infanzia ci cibiamo di alimenti nobili probabilmente faremo una vita migliore lontana da tante malattie del benessere. Nel dopoguerra patologie quali diabete, ipertensione, ipercolesterolemia erano rarissime. Ricordo che nel mio paese le macellerie aprivano il venerdì e chiudevano il sabato e quindi non c’era abuso di cibi carnei, cosa invece spesso presente nella vita odierna. Carni trasformate e formaggi stagionati sono alimenti “felici” soprattutto per il gusto e la sapidità che danno (pare che Rossini non riuscisse a comporre nulla se prima non assaporava un panino con la mortadella). Cibi gioiosi quindi, ma non bisogna abusarne. Un’eccessiva introduzione di sale con formaggi e salumi può alla lunga creare problemi.

Ma quale è la dieta ideale? Gli alimenti più nobili sono frutta, verdura, cereali, pasta, pesce, legumi, in sintesi la dieta mediterranea. Ultimamente i carboidrati sono un po’ demonizzati a favore di cibi proteici, ma è un grosso errore.

Il nostro organismo va avanti con una benzina chiamata glucosio, la migliore stazione di rifornimento di questa benzina sono pane e pasta. Se li elimino otterrò glucosio con le proteine ma il nostro organismo non sarà felice, sarà infatti come andare da Roma a Napoli passando da Palermo.

E quindi io personalmente consiglio sempre una colazione a base di latte, miele e cereali; un pranzo sobrio con verdure più cereali e legumi; alla sera un bel piatto di pasta; carne e pesce due volte la settimana e al sabato sera tanta libertà, ad esempio un mini antipasto di salumi e un piccolo fritto.

Questa dieta varia al sabato dà un tocco di felicità visto che cibi appetitosi ci rendono la giornata più felice. E infatti un recente sondaggio ci dice che il 59 per cento degli italiani vive il pasto come momento gioioso. La spiegazione è semplice: mangiare bene e con gusto permette la liberazione da parte del cervello di molecole chiamate endorfine che sono le molecole della felicità, situazione che si amplia se a fine cena aggiungiamo anche un piccolo dolce. Quale? Ovviamente il cioccolato fondente. E un po’ di vino ? Con moderazione sì: in particolare il vino rosso è ricco in resveratrolo, molecola dal forte potere antiossidante.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?