Sono ancora in corso i combattimenti a Palma, la città del nord del

Mozambico presa d’assalto mercoledì da un centinaio di jihadisti. L’ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (Ocha) si dice "profondamente preoccupato" per la salvezza dei civili a Palma e nei dintorni. Vi sono notizie di decine di persone uccise, mentre migliaia di altre stanno scappando a piedi, in barca o con altri mezzi. Molti di quanti sono fuggiti, fra cui bambini, hanno soltanto i vestiti che portano addosso e hanno dovuto camminare giorni prima di raggiungere la salvezza. Lo Stato Islamico, che ha rivendicato l’attacco, ha affermato di controllare Palma e di aver ucciso 55 soldati mozambicani. La società francese Total, che sta sfruttando un giacimento di gas naturale nell’area, ha evacuato un migliaio di suoi dipendenti