Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
14 lug 2019

Bambini investiti a Vittoria, è morto anche Simone. I funerali del cuginetto Alessio

Il Suv guidato da Rosario Greco ha falciato entrambi mentre giocavano davanti casa. Il papà di Alessio a Salvini e Di Maio: "Non se la cavi con 2 o 3 anni di carcere". I vicempremier rispondono: "Pagherà, senza sconti"

14 lug 2019
I due cuginetti di 11 e 12 anni che ieri sera sono stati travolti da un'auto pirata lanciata a folle velocità nel centro storico di Vittoria (Ragusa), 12 luglio 2019. Uno è morto sul colpo e l'altro ha perso le gambe, che sono state tranciate durante l'incidente. L'uomo che era alla guida del Suv e' stato arrestato dalla polizia di Stato per omicidio stradale aggravato. L'investitore, un 34enne, ha detto ai poliziotti di avere bevuto birra e di avere assunto cocaina. ANSA
Alessio e Simone, travolti dal Suv di Greco (Ansa)
I due cuginetti di 11 e 12 anni che ieri sera sono stati travolti da un'auto pirata lanciata a folle velocità nel centro storico di Vittoria (Ragusa), 12 luglio 2019. Uno è morto sul colpo e l'altro ha perso le gambe, che sono state tranciate durante l'incidente. L'uomo che era alla guida del Suv e' stato arrestato dalla polizia di Stato per omicidio stradale aggravato. L'investitore, un 34enne, ha detto ai poliziotti di avere bevuto birra e di avere assunto cocaina. ANSA
Alessio e Simone, travolti dal Suv di Greco (Ansa)

Vittoria (Ragusa), 14 luglio 2019 - Non ce l'ha fatta neanche Simone. E' morto l'altro bambino falciato da un Suv venerdì nel centro storico di Vittoria insieme al cuginetto. Stamani ci sono stati i funerali (foto sotto) di Alessio d'Antonio, 11 anni, deceduto subito dopo l'impatto: in tremila si sono stretti alla famiglia per piangere sulla piccola bara bianca. Contemporaneamente da Messina è arrivata la notizia del decesso di Simone: il fuoristrada gli aveva tranciato le gambe. Simone era stato trasportato in elisoccorso al Policlinico del capoluogo, non è bastata l'amputazione delle gambe, i tentativi di salvargli la vita sono stati inutili: fissato per domani pomeriggio l'esame autoptico sul suo corpo.

false
false
Approfondisci:

Cugini investiti con il Suv a Vittoria: il conducente è già libero. L'ira dei genitori

Alla guida del Suv c'era Rosario Greco, 37 anni con precedenti per armi e droga. Il figlio del "re" degli imballaggi del mercato di Vittoria è stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale aggravato - perché risulta che guidasse ubriaco e sotto effetto di cocaina - e omissione di soccorso. Domani sarà interrogato. 

Intanto dall'autopsia eseguita sul corpo di Alessio dopo i dubbi sui ritardi nei soccorsi, emerge che il ragazzino non poteva essere salvato: è morto per una inarrestabile emorragia massiva dovuta al distacco violento di una gamba. Sono sei le persone indagate dalla Procura di Ragusa: Greco, i tre passeggeri del Suv, una dottoressa e un infermiere. "Lascerò Vittoria - ha detto il padre Alessandro stremato, chiudendo le orazioni funebri stamani in chiesa .- Dopo questa tragedia non riesco più a vivere in questa città, non riesco a entrare in casa". 

SALVINI - "Galera, per anni e senza sconti, per chi ha ucciso questi due piccoli angeli". E' quanto scrive su Twitter il ministro degli Interni, Matteo Salvini, a proposito della tragedia di Vittoria. 

APPELLO DEL PAPA' DI ALESSIO - "Non voglio ritrovarmi che chi li ha uccisi se la cavi con due o tre anni di carcere", questo quanto chiede il papà di Alessio D'Antonio, uno dei due cuginetti uccisi dal Suv a Vittoria, a Salvini e Di Maio: "Ci tengo a fare un appello a Salvini e Di Maio affinchè venga fatta piena e vera giustizia. Spero di non ritrovarmi fra qualche tempo a vedere che chi ha ucciso mio figlio e mio nipote venga condannato a due o tre anni. Questo, né' io, né mio fratello potremmo accettarlo. Per questo motivo mi rivolgo a Salvini e Di Maio".

SALVINI: PAGHERA'- "Mi impegno perchè queste carogne paghino tutto e fino in fondo senza sconti", questa la risposta del vicepremier, Matteo Salvini, all'appello del papà di Alessio D'Antonio.

DI MAIO: DO LA MIA PAROLA - Anche Di Maio ha risposto all'appello del papà di Alessio: "Raccolgo le parole di dolore del papà di Alessio e do la mia parola, anche alla famiglia di Simone, che quell'assassino pagherà per quello che ha fatto". E ha aggiunto: "Lo Stato farà giustizia e il governo vigilerà affinchè sia fatta in tempi certi, il prima possibile".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?