Mercoledì 17 Aprile 2024

Casa Montecarlo, chiesti 8 anni per Gianfranco Fini. “Richiesta scontata, continuo ad avere fiducia nella giustizia”. Tulliani: “Mio fratello spregiudicato”

Il processo legato all’acquisto di un appartamento. La compagna – per la quale la procura ha chiesto 9 anni – in aula: “Ho nascosto a Gianfranco la provenienza del denaro che ero convinta fosse di mio fratello”

Gianfranco Fini con Elisabetta Tulliani (Ansa)

Gianfranco Fini con Elisabetta Tulliani (Ansa)

Roma, 18 marzo 2024 - La Procura di Roma ha chiesto 8 anni per l'ex presidente della Camera, Gianfranco Fini, imputato nel processo legato all'acquisto di un appartamento a Montecarlo. Chiesti 9 anni per la compagna Elisabetta Tulliani. Il pm ha inoltre sollecitato una condanna a 10 anni per Giancarlo Tulliani e a 5 anni per il padre Sergio. Nel procedimento si procede anche per il reato di riciclaggio. 

Approfondisci:

Gianfranco Fini e la casa di Montecarlo, perché l’ex presidente della Camera è accusato di riciclaggio

Gianfranco Fini e la casa di Montecarlo, perché l’ex presidente della Camera è accusato di riciclaggio

Alla scorsa udienza i giudici della quarta sezione del Tribunale di Roma avevano dichiarato la prescrizione per l'accusa di associazione a delinquere, essendo stata esclusa l'aggravante della transnazionalità.

"Era scontato che la pubblica accusa chiedesse per me la condanna. Continuo ad avere fiducia nella giustizia e ciò in ragione della mia completa estraneità rispetto a quanto addebitatomi”, sono state le parole dell’ex presidente della Camera. 

"Ho nascosto a Gianfranco Fini la volontà di mio fratello di comprare la casa di Montecarlo. Non ho mai detto a Fini la provenienza di quel denaro che ero convinta fosse di mio fratello. Il comportamento spregiudicato di mio fratello rappresenta una delle più grandi delusioni della mia vita. Spero di avere dato con questa dichiarazione un elemento per arrivare alla verità”. É quanto ha detto in aula Elisabetta

Tulliani imputata, assieme all'ex presidente della Camera, al fratello Giancarlo

Tulliani e al padre Sergio.