Luca Zingaretti ai funerali di Camilleri (LaPresse)
Luca Zingaretti ai funerali di Camilleri (LaPresse)

Roma, 19 luglio 2019 - "Ciao Andrea, ci mancherai". E' questo il messaggio lasciato da Luca Zingaretti sul libro dei ricordi nel cimitero acattolico di Testaccio a Roma, dove si tiene l'ultimo saluto ad Andrea Camilleri, morto ieri all'età di 93 anni. Una sorta di funerale laico - non è prevista nessuna camera ardente -  mentre quello vero e proprio si terrà in forma privata. Ieri, un fila lunghissima e ininterrotta di fan e amici dello scrittore siciliano popola silenziosa il luogo di sepoltura: fino alle 20 è stato possibile salutare lo scrittore, sepolto all'ombra di un grande cipresso vicino all'angelo della Resurrezione. Sulla tomba quanto prima "verra poggiata la lapide", ha detto la direttrice del cimitero Amanda Thursfield.

In tanti sono arrivati con fiori, bigliettini e libri di Montalbano aspettano di salutare e lasciare un pensiero per lo scrittore. Anche tanti amici, scrittori, politici, in fila per rendere omaggio a Camilleri. Tra loro Nicola Lagioia, scrittore e direttore del salone del libro di Torino che lo ricorda come "uomo di infinita generosità", uno dei primi "a sostenerci quando abbiamo occupato il teatro Valle". L'onorevole Laura Boldrini lo omaggia come "un uomo generoso che non si è mai arreso".

Il ministro della Cultura, Alberto Bonisoli, ammette: "Mi manca". E aggiunge: "Sapere che non c'è più non è una bella sensazione. Sto discutendo con il sindaco di Porto Empedocle che cosa fare per il 6 settembre (data di nascita di Camilleri, ndr) perché manca l'intellettuale, la persona libera e che non te lo mandava a dire, quello che ti diceva cose che ti piacevano e che non ti piacevano, ma quando parlava aveva una rettitudine morale che non è così comune trovare".

"Camilleri cittadino onorario di Roma? Credo possa essere una buona idea", dice la sindaca di Roma Virginia Raggi, anche lei giunta al cimitero teutonico.  "Amava Roma e Roma lo amava. Credo che anche il fatto di voler rimanere qui fosse un atto d'amore nei confronti di questa città", aggiunge. Tanti i volti noti presenti, dal vicesindaco di Roma Luca Bergamo agli attori Simona Marchini e Michele Riondino