31 mar 2022

Draghi e lo zar, un’ora al telefono Truppe russe in ritirata da Chernobyl

Il premier pronto a lavorare all’iter di pace: "Serve una rapida de-escalation sui fronti di battaglia". Il Cremlino concentra le forze verso il Donbass. Si allenta la morsa su Kiev ma non cessano i raid

alessandro farruggia
Cronaca

di Alessandro Farruggia La tregua resta lontana, ma Mosca, visto che non sfondava a Kiev e Kharkiv, sta abbandonando le zone occupate nel nord dell’Ucraina per concentrarsi sul Donbass: è quella la frontiera che consentirà a Putin, se conquistata, di dichiarare a suo modo vittoria. Una vittoria di Pirro, ma da rilanciare come grande successo. Le promesse di alleggerimento della pressione militare su Chernikov e Kiev non sono state ancora pienamente confermate perché anche ieri le bombe e i missili hanno continuato a cadere. Ma molti reparti stanno ripiegando verso la Bielorussia e tra questi anche quelli che occupavano la zona di esclusione di Chernobyl. In Donbass, invece, è ancora guerra aperta, perché Mosca punta a concentrare le truppe a sud-est per conquistare la regione russofona. Su Mariupol, la Russia ha fatto sapere di essere pronta a dichiarare un cessate il fuoco temporaneo e ad aprire un corridoio umanitario verso Zaporizhzhia, a patto che Kiev soddisfi determinate condizioni. VIA DA CHERNOBYL Secondo il portavoce del Pentagono John Kirby, la Russia ha spostato dall’area di Kiev circa il 20% delle truppe inizialmente impegnate per la presa della capitale. Ha anche precisato che Mosca starebbe abbandonando l’area della centrale di Chernobyl, procedendo verso la Bielorussia. Da sottolineare che, secondo fonti ucraine, alcuni soldati russi sono stati ricoverati al Centro bielorusso di medicina delle radiazioni a Gomel: avrebbero assorbito dosi elevate di radiazioni, probabilmente scavando trincee nella zona. OBIETTIVO DONBASS La Russia ha ridotto le forze sul campo a nord ovest e ad est di Kiev, a attorno a Chernikov e Kharkiv, ma ha continuato a bombardare Kiev e Chenihov, oltre che mezzo Donbass. A Mariupol ieri è stata colpita anche una sede della Croce Rossa, pur se in serata Mosca ha annunciato il cessate il fuoco nella città martire. Nel Donbass si combatte pesantemente nella ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?