Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 mar 2022

Crotone, bimba ucraina di 5 anni investita e uccisa: era arrivata da pochi giorni

Incidente oggi nei pressi della statale 106, la piccola camminava sul ciglio della strada

20 mar 2022
featured image
Ambulanza (foto generica)
featured image
Ambulanza (foto generica)

Crotone, 20 marzo 2022 - Tragedia a Crotone. In un grave incidente avvenuto oggi nei pressi della statale 106 è stata investita una bambina di cinque anni di nazionalità ucraina. La piccola è morta sul colpo. Era fuggita dalla guerra ed era da poco arrivata in Calabria con la famiglia, come profuga. 

Lo schianto si è verificato in località Cantorato, a nord della città, in una strada secondaria. La vittima era in compagnia di una cugina e di un conoscente di quest'ultima, rimasto ferito in modo non grave: camminavano sul ciglio della carreggiata di destra quando sono stati investiti da un vettura di media cilindrata. La zona era normalmente illuminata. Al volante un crotonese di 45 anni che dopo l'incidente si è fermato ed è stato lui stesso a tentare di prestare soccorso alla bimba. Ma non c'è stato nulla da fare. L'uomo è stato condotto in ospedale per espletare gli opportuni  accertamenti medici ed etilometrici.

I carabinieri, intervenuti subito sul posto assieme al personale del 118, al medico legale e ai vigili del fuoco, sono al lavoro per chiarire le cause della tragedia e ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. La piccola vittima, così come gli altri due ucraini investiti, era da poco giunta a Crotone insieme a un gruppo di rifugiati in fuga dalla guerra. 

Un altro incidente è avvenuto ad oggi, vittima ancora una volta un piccolo profugo. Un bimbo ucraino di 4 anni, appena arrivato a Genova con uno dei viaggi organizzati da associazioni umanitarie e ospite di una famiglia genovese, è caduto stamani da una passerella alta circa 4 metri.Sul posto è intervenuto il 118 con l'automedica: il piccolo è stato stabilizzato e trasferito in codice rosso all'ospedale pediatrico Gaslini. Non sarebbe in pericolo di vita. Tre giorni fa una rifugiata è morta davanti ai due figli piccoli appena arrivata a Roma. Stroncata da un malore poco dopo esser scesa dal pullman che l'aveva portata nella Capitale e via dalla guerra in Ucraina. La vittima di 46 anni, arrivata in piazzale 12 ottobre, in zona Colombo, poco dopo essere scesa dal bus si è accasciata a terra rimanendo cosciente per qualche minuto. I passanti hanno subito allertato il personale del 118 che una volta sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. I bambini sono stati trasferiti in una struttura di accoglienza.

La mappa

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?