Cacciatori trascinano il corpo di un cinghiale (Reuters)
Cacciatori trascinano il corpo di un cinghiale (Reuters)

Terni, 5 aprile 2016 - E' stato sorpreso a cacciare cinghiali con una balestra: per questo un uomo è stato denunciato dalla forestale, a Terni, per esercizio di caccia in periodo di divieto ed uso di mezzi di caccia vietati. L'uomo è stato scoperto durante un servizio di antibracconaggio svolto dagli agenti tra Villa Palma, via Casagrande e strada del Cerqueto. A ridosso di un bosco - è stato riferito - la forestale ha notato strani movimenti nella corte di una abitazione e ha quindi deciso di perquisirla. È quindi stato scoperto che era in corso la scuoiatura e l'eviscerazione di un cinghiale abbattuto da poco.

Dagli accertamenti è emerso che l'animale era stato abbattuto nel terreno nelle vicinanze della stessa abitazione, utilizzando una potente balestra armata con una freccia con punta di acciaio acuminata ed estremamente affilata, che aveva completamente trapassato il cinghiale. L'uomo è stato denunciato anche per furto venatorio ai danni dello Stato in quanto privo di licenza da caccia, secondo le ultime sentenze della Corte di cassazione. L'animale ed i mezzi di caccia utilizzati sono stati sequestrati. La zona dove si è verificato l'episodio è situata nella prima periferia della città, a ridosso del raccordo autostradale Terni-Orte, area in cui sono presenti numerose abitazioni e dove in un terreno incolto si è insediato da diverso tempo un gruppo di cinghiali, al centro di esposti e segnalazioni da parte dei residenti preoccupati. Secondo la forestale è possibile che la presenza degli animali in zona fosse dovuta anche alla pratica del foraggiamento con mais praticata dai bracconieri. 
Per contatti con la nostra redazione: animali@quotidiano.net