Aragon, 23 settembre 2017 - Sorprese ed emozioni nel Gp di Aragon 2017, 14esimo appuntamento stagionale di Motogp. Maverick Vinales su Yamaha strappa la pole position nelle qualifiche di Alcaniz in 1'47"635, con un decimo di vantaggio su Jorge Lorenzo e e 180 millesimi su un commovente Valentino Rossi. Quarto Cal Crutchlow a 0"195, quinto Marc Marquez  a 0"328, protagonista di una caduta nelle fasi finali delle prove. Sesto Dani Pedrosa a 0"472, settimo il leader della classifica Mondiale, a pari punti con Marquez, Andrea Dovizioso, staccato di 502 millesimi. Completano la top 10 della griglia di partenza, Aleix Espargaro, Alvaro Bautista e Andrea Iannone, decimo. 

Motogp, la diretta della gara dalle 14

LA GRIGLIA DI PARTENZA

1. Maverick Viñales (Esp) Yamaha 1'47"635 alla media di 169,8 Km/h
2. Jorge Lorenzo (Esp) Ducati 1'47.735
3. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 1'47"815 2a fila
4. Cal Crutchlow (Gbr) Honda 1'47"830
5. Marc Marquez (Esp) Honda 1'47"963
6. Dani Pedrosa (Esp) Honda 1'48"107 3a fila
7. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati 1'48"137
8. Aleix Espargaro (Esp) Aprilia 1'48"159
9. Alvaro Bautista (Esp) Ducati 1'48"187 4a fila
10. Andrea Iannone (Ita) Suzuki 1'48"289
11. Johann Zarco (Fra) Yamaha 1'48"402
12. Mika Kallio (Fin) Ktm 1'48"471 

Marc Marquez era apparso un gradino sopra tutti nelle prove libere 3, anche se nelle qualifiche (segui la diretta dalle 14.10) la storia potrebbe essere diversa. L'eroe di giornata è, a prescindere, Valentino Rossi. Il dottore si è presentato ad Aragon a sole tre settimane dell'infortunio patito mentre si cimentava nell'enduro.  "Sono proprio contento anche perché non sapevo cosa aspettarmi", sono le sue prime parole. "La gamba migliora giorno dopo giorno".

ROSSI: SPINGERE FINO ALLA FINE - Valentino ha atteso tutte le qualifiche, navigando intorno alla decima posizione. Sapeva di avere solo un giro 'veloce' a disposizione, in cui concentrare tutte le sue energie. Così ha fatto, piazzando la pole provvisoria,  proprio mentre Marquez scivolava a terra. "Ho cercato di allenarmi al massimo tutti i giorni - commenta a caldo il Dottore - abbiamo fatto una buona strategia nelle qualifiche e mi è venuto un bel giro". Profilo basso in vista della gara di domani. "E' gia' bello così". Ma tutti sannno che Rossi potrebbe sorprendere ancora.  "Spero di tenere fisicamente e spingere fino alla fine".

MotoGp Aragon 2017, orari tv. Diretta Sky e differita Tv8

VINALES E LORENZO - Soddisfatto Vinales: "Ero certo che su pista asciutta la mia moto era competitiva - dice il pilota Yamaha - Abbiamo fatto un buon lavoro e il giro che ho fatto è la conseguenza. Sappiamo che la nostra moto ha un gran potenziale e dobbiamo tirarlo fuori, per la gara dovremmo crescere ancora, sia per la gara qui, sia sotto la pioggia perché a fine anno potremmo avere gare bagnate". Qualche rammarico invece per Jorge Lorenzo: "Ho passato la Q1 per poco, in Q2 ho spinto un po' di piu ma non è bastato, Maverick andava più forte", spiega lo spagnolo dell'Honda, comunque "contento" della prestazione. 

MOMENTI CLOU

Bandiera a scacchi: Vinales in pole davanti a Lorenzo e Rossi, solo quinto Marquez.

Due minuti alla fine delle prove - Marquez scivola a terra, miglior tempo di Rossi che viene subito superato da Vinales in 1'47"035. Lorenzo si infila tra le due Yamaha. Marquez rientra ai box quando ha il quinto tempo. 

Q1 - Jorge Lorenzo su Ducati e Johann Zarco su Yamaha accedono al Q2. Fuori Miller e Pol Espargaro

Qui sotto il live delle qualifiche

VALENTINO - Il pilota di Tavullia, col freno tirato ieri nella prima e seconda sessione, è riuscito nell'impresa di accedere direttamente al Q2, centrando il decimo tempo e ultimo disponibile per saltare la prima fase delle prove ufficiali. Un risultato che oltre a giovare al morale, gli consentirà di ottenere un buon posto sulla griglia di partenza. Male che vada Valentino partità dalla 12esima posizione.  Direttamente in Q1 anche Andrea Iannone che ha fatto segnare il nono tempo. Le Yamaha sembrano aver colmato, almeno in parte, il gap con le Honda. Stamattina Maverick Vinales ha fatto segnare il secondo miglior crono, a circa tre decimi da Marquez. E proprio Vinales, con un colpo di coda, ha strappato il miglior tempo nelle libere 4 davanti a Pedrosa e Marquez. Sedicesimo Valentino Rossi. 

Da valutare anche l'incognita meteo: se oggi le qualifiche si correranno sull'asciutto, la pioggia potrebbe cambiare nella gara di domani le carte in tavola. Con pista bagnata, ieri il più veloce nella seconda sessione è stato Dani Pedrosa, seguito da Lorenzo e Zarco. Nella prima, il miglior tempo lo aveva fatto segnare il solito Marquez.

VALE_25501768_153657

LOCATELLI - Ieri per il dottore sono arrivate parole di elogio da parte di Roberto Locatelli, campione del mondo in 125 con l'Aprilia nel 2000. "E' andato alla grande ben sapendo che si deve risparmiare perché c'è ancora il sabato di qualifiche e soprattutto la gara di domenica", ha detto Locatelli. Soddisfatto lo stesso Valentino Rossi: "E' stato meglio iniziare così, sul bagnato, mi sono tenuto un po' di paura, un po' di margine".

LA CLASSIFICA PILOTI aggiornata prima del Gp 

1. Marquez 199 
2. Dovizioso 199
3. Viñales 183 
4. Rossi 157 
5. Pedrosa 150
6. Zarco 110
7. Petrucci 95 
8. Crutchlow 92
9. Lorenzo 90
10. Folger 84

MOTO2 - Miguel Oliveira davanti a tutti nelle qualifiche della Moto2. Il portoghese fa segnare il miglior tempo in 1'53.736. Il portacolori Red Bull KTM Ajo partirà dalla pole position nonostante una penalità che non colpisce però il suo miglior passaggio. Oliveira ha preceduto di 21 centesimi Mattia Pasini (Italtrans Racing Team), al quale per qualche minuto era stata assegnata la pole dai commissari di gara, e di 71 centesimi lo spagnolo Alex Marquez (EG 0,0 Marc VDS). Due italiani in seconda fila: il leader della classifica Franco Morbidelli (EG 0,0 Marc VDS), quarto a 105 centesimi, e Simone Corsi (Speed Up Racing), quinto a 140 centesimi. Fuori dalla top ten Francesco Bagnaia (SKY Racing Team VR46), 12° e Luca Marini (Forward Racing Team), 13°.

MOTO3 - Si definisce la griglia di partenza della Moto3. Jorge Martin partirà davanti a tutti. In sella alla Honda del team Del Conca Gresini, lo spagnolo conquista la settima pole position stagionale e della carriera col tempo di 1'58"067, precedendo di 358 millesimi Enea Bastianini. A completare la prima fila Aron Canet, staccato di quattro decimi e mezzo. Bene anche Nicolo Bulega e Dennis Foggia, che col quarto e quinto crono, rispettivamente a 0"526 e 0"701 da Martin, si prendono la seconda fila.

WAGSMOTOGP_22182980_161308