Francorchamps, 26 agosto 2017 - Formula 1, ecco il verdetto delle qualifiche del  Gp del Belgio: Lewis Hamilton il più veloce di tutti. Il pilota inglese della Mercedes ha conquistato la 68esima pole position in carriera, eguagliando così il record di Michael Schumacher. A fianco di Hamilton partirà in prima fila la Ferrari di Sebastian Vettel. Seconda fila per la Mercedes di Valtteri Bottas e la Ferrari di Kimi Raikkonen.

La famiglia Schumacher, attraverso Ross Brawn, si è congratulata in pista a Spa con Lewis Hamilton. "Sentire questo messaggio è fantastico, ringrazio la famiglia Schumacher e non posso che continuare a pregare per Michael, l'ho sempre ammirato e lo faccio ancora oggi, essere lassù con lui è incredibile - dice l'inglese della Mercedes -. Sarà sempre il più grande o comunque uno dei più grandi di tutti i tempi". Poi aggiunge: "Voglio ringraziare i fan che sono qui, sono straordinari, ci sono tantissimi tifosi, non riesco a credere a quello che ho fatto - aggiunge Hamilton -. Ringrazio anche il mio team, anche a Ross devo tanto e Valtteri (Bottas, ndr) è stato bravissimo. Fare un giro così è come un sogno. Ho il miglior lavoro al mondo sono felice di essere qui".

Hamilton ha fatto segnare il tempo di 1'42"553 precedendo Vettel di 242 millesimi. Per Bottas 1'43"094, mentre Raikkonen ha chiuso in 1'43"270. Terza fila in griglia per le due Red Bull con Max Verstappen (1'43"380) davanti a Daniel Ricciardo (1'43"863). Settimo crono Nico Hulkenberg (Renault, 1'44"982) seguito dalle Force India di Sergio Perez (1'45"244) e Sebastian Ocon (1'45"369). Chiude la top ten la Renault di Jolyon Palmer, che non ha preso parte alla Q3.

"Ho avuto un po' di fortuna, con Raikkonen che mi ha dato un poco di scia, una spinta di un paio di decimi e mi ha aiutato a superare Bottas. Ma va bene così, sono molto contento e guardiamo alla gara con ottimismo". Così Vettel commenta il suo secondo posto in griglia. "Avevo delle buone sensazioni nella Q1 - ha detto -, poi ho avuto qualche problemino alla velocità medio alta e nella nel Q3 mi mancava un po' il feeling all'anteriore - ha aggiunto il tedesco in conferenza stampa - ma alla fine siamo riusciti ad azzeccare tutto. Il passo era molto buono rispetto al giro secco, quindi vediamo domani". E sulla corsa: "Domani sarà una giornata difficile. C'è una partenza delicata, anche se su questo circuito si può superare, e le strategie sono molto importanti. Comunque nelle libere di stamattina, nei pochi giri che siamo riusciti a fare, la macchina era molto buona soprattutto in assetto gara".

In mattinata la Casa di Maranello ha ufficializzato il rinnovo del contratto con Sebastian Vettel per le stagioni 2018, 2019 e 2020. Il pilota tedesco, quattro volte campione del mondo, è leader della classifica iridata: dopo il successo in Ungheria punta a difendere la posizione che lo vede con quattordici lunghezze di margine su Lewis Hamilton.

L'annuncio del rinnovo di Vettel in Ferrari è arrivato a margine delle prove per il Gran Premio del Belgio. In una nota, la la scuderia del Cavallino ha fatto sapere: "Prolungato l'accordo tecnico sportivo con il pilota Sebastian Vettel per le stagioni 2018, 2019 e 2020 del Campionato Mondiale di Formula 1". Vettel, in scadenza di contratto al termine di questa stagione, si lega così alla scuderia di Maranello per le prossime tre stagioni. Nei giorni scorsi era già arrivata il rinnovo di Kimi Raikkonen per la stagione 2018, mantenendo pertanto invariato il line-up per la prossima stagione. Secondo la stampa tedesca con il nuovo contratto Vettel percepirà un ingaggio di 120 milioni di euro.

WAGSF1_21527559_193824

LA CLASSIFICA  

1 - Vettel 202

2 - Hamilton 188

3 - Bottas 169

4 - Ricciardo 117

5 - Raikkonen 116

6 - Verstappen 67

7 - Perez 56

8 - Ocon 45

9 - Sainz 35

10 - Hulkenberg 26