San Antonio (Texas), 11 settembre 2017 – L’uragano Irma che ha colpito e devastato in questi giorni gli Stati Uniti e le Isole Vergini non ha lasciato indifferente il mondo dello sport americano e in particolare Tim Duncan – ex campione dei San Antonio Spurs con cui ha vinto cinque titoli NBA – che nelle isole dell’arcipelago dei Caraibi ci è nato e che ha scelto di aiutare in prima persona le popolazioni che in questi giorni hanno perso quasi tutto partecipando ad una consistente raccolta fondi: “Sono piacevolmente rimasto sorpreso dalla raccolta fondi e da quanto è stato fatto dopo il passaggio dell’uragano Irma alle Isole Vergini. In questi giorni è forse un po’ più facile raggiungere un numero maggiore di persone ma ho visto l’elenco dei donatori tra cui ci sono anche gli Spurs e questo mi ha fatto piacere”.

L’ex fuoriclasse degli Spurs ha poi promesso che la raccolta non si fermerà: “Continuiamo a ricevere tantissime richieste di informazioni e abbiamo ricevuto donazioni da ben 11.000 persone differenti, questo va al di là di tutte le parole possibili. Stiamo facendo la prima consegna di forniture ricevute e credo che l’obbiettivo che dobbiamo prefissare già per questa settimana è quella di raggiungere i 2.1 milioni di dollari per continuare a dare amore e supporto alle Isole Vergini”.

Duncan è rimasto notevolmente e comprensibilmente scosso da questa esperienza perché l’ha già vissuta da piccolo in prima persona: “Ci sono già passato – racconta a ESPN – e so che qualcuno si è speso per aiutarmi. Non so chi sia stato ma so che l’ha fatto, quindi perché non dovrei farlo anche io? Altri atleti si sono spesi per aiutare le popolazioni colpite dall’uragano e io mi sono concentrato sulle Isole Vergini perché sono un’area piccola e rischia di essere dimenticata”